“C’è una bomba in tribunale”, ma è un falso allarme

Il tribunale di Vicenza

“C’è una bomba in tribunale”. Poche parole, pronunciate a stento, e poi la comunicazione si chiude. Verso le 12.30 di oggi è arrivata una telefonata anonima al 112 che annunciava la presenza di un ordigno all’interno del palazzo di giustizia di Vicenza. Immediatamente è scattato l’allarme, con l’invio di svariate pattuglie di carabinieri al tribunale di Borgo Berga. Fortunatamente, però, si è trattato solo di uno scherzo di cattivo gusto.

Le verifiche effettuate dai militari dell’Arma, supportati da equipaggi della polizia di Stato e della polizia locale, sia all’esterno che all’interno della struttura, hanno  dato esito negativo e pertanto dopo alcune ore l’allarme è rientrato.

Sull’episodio indagano i carabinieri del nucleo investigativo e della compagnia di Vicenza, che stanno ora cercando di individuare l’anonimo autore della chiamata, nella più rosea ipotesi un’azione decisamente di pessimo gusto.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!