Eccidio, il Pd invita i cittadini alla commemorazione, “Orsi dica no a manifestazioni fasciste”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Il Partito Democratico di Schio, per voce del capogruppo in consiglio comunale Giovanni Battistella, invita tutti i cittadini ad essere presenti alla messa commemorativa che domani – anniversario dell’eccidio avvenuto nel ’45 a pochi mesi dalla fine della guerra civile – verrà celebrata in Duomo alle ore 19 alla presenza del Vescovo Beniamino Pizziol. Una celebrazione stabilita nel Patto di concordia civica siglato nel 2005 dal Comitato famigliari delle vittime, dalle Associazioni partigiane e dall’allora Sindaco Dalla Via.

Il Pd scledense chiede anche all’attuale sindaco, Valter Orsi, “di ribadire l’impegno assunto dalla nostra città nel Patto di concordia e di esprimere fermamente la sua contrarietà verso qualsiasi manifestazione di stampo fascista che si dovesse svolgere sotto qualsiasi forma e veste nel giorno dell’anniversario dell’eccidio e nei giorni immediatamente successivi, mettendo così in atto quanto da lui stesso affermato nei giorni scorsi davanti al Prefetto e a Questore di Vicenza assieme alle Associazioni Partigiane (Anpi e Avl) e ai Famigliari delle vittime dell’eccidio”.

“Schio è una città antifascista – conclude Battistella – insignita della medaglia d’argento alla resistenza e non possiamo permettere che si svolga alcuna manifestazione nostalgica a ricordo di un periodo che ha segnato drammaticamente e per sempre il nostro paese e Schio non merita e non può accettare di essere ancora una volta una città blindata. Siamo certi che il Sindaco saprà mantenere fede alla parola data nei recenti incontri ufficiali”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!