Micio di sole due settimane, ferito, recuperato nel tombino di un’azienda. L’Enpa cerca una balia

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Forse è stato gettato via da qualche malintenzionato che se ne voleva disfare o, più probabilmente, è caduto dalla bocca di mamma gatta durante un trasferimento, senza che poi lei riuscisse più a tirarlo fuori dal tombino nel quale era caduto. E’ accaduto a Breganze: alcuni operai hanno trovato un micio di sole due settimane imprigionato in un tombino in un’azienda. Impietositi, lo hanno tratto in salvo alcuni operai che poi si sono rivolti all’Enpa. Il micio, piccolissimo, aveva un occhio tumefatto e sarebbe sicuramente morto son non fosse stato estratto. Ora però lo aspetta una seconda sfida: lottare per sopravvivere senza la sua mamma. Per questo i volontari dell’Enpa cercano con urgenza una mamma gatta o un volontario che faccia da balia.
“E’ troppo piccolo per nutrirsi da solo – spiegano i volontari – ma ha un’enorme voglia di vivere. Diamogli una possibilità: se qualcuno avesse una mamma gatta che ha partorito da due tre settimane o avesse tempo per allattarlo ogni tre ore ci chiami al numero 349-1535722, oppure ci mandi un messaggio su whatsapp e lo richiameremo”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!