Occhio alle lastre di ghiaccio in montagna. Il Soccorso alpino invita alla prudenza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Dopo un altro weekend contraddistinto in Veneto da numerosi incidenti, purtroppo anche mortali, dovuti a scivolate su terreni ghiacciati, il Soccorso alpino invita nuovamente alla prudenza chiunque si muova all’aperto in quota.

Il caldo delle recenti giornate ha infatti sciolto la neve che le successive basse temperature, anche notturne, poi solidificano, trasformandone la superficie in scivoli di ghiaccio. Anche sui percorsi più semplici e familiari.

“Se non si vuole rinunciare a una gita – scrive il Soccorso alpino e speleologico Veneto – vi invitiamo a dotarvi dell’attrezzatura e dell’abbigliamento più opportuno (e ben visibile), calzando ramponi da ghiaccio al posto dei ramponcini con le catenelle e portando piccozze sugli itinerari più impegnativi. È anche importante avere già dimestichezza con la movimentazione appropriata ai terreni ghiacciati, così come riconoscere i propri limiti. Una rinuncia, se si ha il sentore che qualcosa non vada, significa solo aspettare un momento migliore e meno rischioso”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!