Dazi. Tregua Tra Usa e Ue. Trovato accordo Trump-Juncker

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Scongiurata la guerra dei dazi tra Usa e Ue. Il presidente dell’UE Jean Claude Juncker, alla Casa Bianca per cercare di abbassare l’escalation commerciale attivata da Donald Trump e dalle dichiarazioni del tycoon che rischiano di incrinare in maniera irreversibile le relazioni tra le due sponde dell’Atlantico.

Accordo raggiunto quindi. “Oggi è un grande giorno, con Juncker abbiamo lanciato una nuova fase dei rapporti tra Usa e Ue”. Lo ha detto Donald Trump, sottolineando che c’è un accordo per lavorare insieme per ridurre tariffe e sussidi commerciali. “Ero venuto qui per trovare un’intesa e l’abbiamo trovata”, ha affermato Juncker. “La volontà – ha sottolineato il presidente della Commissione europea – è di arrivare a zero tariffe sui beni industriali”.

L’accordo. Le tariffe su acciaio e alluminio imposte all’inizio dell’anno verranno riesaminate. In cambio, l’Unione Europea s’impegna ad acquistare più soia – in modo da compensare le perdite americane causate dal braccio di ferro con la Cina – e più gas naturale liquefatto americano.

Al momento sono parole, se sarà davvero tregua e persino pace lo si vedrà nelle prossime settimane, anche perché nel confronto tra la dottrina protezionista dell’America First e i valori del globalismo e del multilateralismo incarnati dall’Unione europea si inseriscono dinamiche del tutto politiche. Con Trump che in vista delle elezioni in Congresso del prossimo novembre, secondo molti osservatori, potrebbe convincersi che la linea dura e nazionalista paghi di più per sostenere i repubblicani. Anche perché nel frattempo la Casa Bianca segue con grande interesse gli sviluppi politici in tutta Europa, con l’avanzare dei movimenti e partiti populisti un po’ ovunque. Ma per il momento Washington e Bruxelles hanno deciso di dialogare.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!