Obamacare. Passa al senato il sì per smontare la legge. Soddisfazione di Trump

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Finalmente per il presidente americano Donald Trump arriva un sì. Incassato il via libera del Senato sull’avvio del dibattito per la riforma della Sanità, l’Obamacare. Con il voto determinate del vicepresidente Mike Pence, il Senato degli Stati Uniti ha raggiunto la maggioranza necessaria di 51 sì contro i 50 no per avviare l’iter per smontare la riforma sanitaria voluta da Obama. Si apre ora il dibattito in aula.
Decisivo per il successo del voto è stata anche il sì di John McCain, il senatore dell’Arizona ed ex sfidante di Barack Obama nel 2008, che ieri, è tornato drammaticamente a Washington dopo un intervento chirurgico e la fresca diagnosi di un grave tumore al cervello. McCain è stato accolto da una standing ovation. Il senatore è uno dei più forti oppositori di Trump, soprattutto sul Russiagate ma allo stesso tempo è sempre stato a favore dell’abolizione della riforma sanitaria di Obama. Avverte però il presidente dopo il voto: “Così com’è la riforma non la voto“, essendo contro l’abolizione brutale dell’Obamacare senza aver prima un rimpiazzo ed evitare così di lasciare decine di milioni di americani senza copertura sanitaria. Ora i repubblicani avranno venti ore di tempo per trovare un difficilissimo accordo. Lode al senatore da parte dello stesso Trump che su Twitter scrive: “Sei un vero eroe americano. Grazie John!”.
La soddisfazione di Trump. Il tycoon dopo la vittoria del sì ha inoltre twittato: “È un grande passo avanti“. Poi assicura “Vi daremo una grande Sanità“.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!