Sostegno al terrorismo: Egitto, Arabia Saudita, Emirati, Bahrain, Yemen stop ai rapporti col Qatar

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi, Bahrain, Yemen hanno annunciato lo stop dei rapporti diplomatici col Qatar, viste le crescenti tensioni tra i paesi del Golfo Persico. Il paese è accusato di sostenere il “terrorismo”, appena due settimane dopo la visita a Riad del presidente degli Stati uniti, durante la quale Donald Trump aveva esortato i paesi musulmani a mobilitarsi contro l’estremismo religioso.
Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi, Bahrain, Yemen hanno di fatto chiuso tutte le frontiere aeree e terrestri verso la nazione accusata di fomentare il terrorismo nei paesi confinanti e nello Yemen.
La mossa delle cinque nazioni arabe appesantisce ulteriormente la divisione tra i Paesi del Golfo per il sostegno qatariota ai gruppi islamici. Immediata la reazione del Qatar che ha definito “ingiustificata” la rottura delle relazioni diplomatiche e accusa: “L’obiettivo evidente della decisione saudita, del Bahrain e degli Emirati, presa in coordinamento con l’Egitto”, di rompere i rapporti diplomatici con Doha è quello di mettere “sotto tutela lo stato del Qatar”.
Intanto oltreoceano, il segretario di Stato Usa, Rex Tillerson, ha invitato i Paesi del Golfo a restare uniti e a risolvere le loro controversie. Si tratta della crisi più grave dal 1981, quando venne creato il Consiglio di cooperazione del Golfo, di cui fanno parte l’Arabia saudita, il Bahrein, gli Emirati arabi uniti, il Kuweit, l’Oman e il Qatar.
Inoltre la compagnia aerea Emirates e la Etihad, hanno annunciato che da oggi sospenderanno i suo voli verso il Qatar. La stessa decisione è stata presa dalla compagnia aerea con base a Dubai Flydubai, che ha bloccato i suoi voli da e per Doha.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!