Usa, addio a John McCain: è morto il “Leone del Senato”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Il senatore repubblicano John McCain è morto all’età di 81 anni. Il veterano del Vietnam che sopravvisse ad ogni genere di orrore in sei lunghi anni di prigionia, poi diventato il repubblicano gentiluomo che non ha mai ceduto alla politica aggressiva di Donald Trump, se n’è andato. Combatteva da tempo contro un aggressivo tumore maligno al cervello e aveva annunciato lo scorso venerdì di aver sospeso le cure. Il leone del Senato si è arreso al male a pochi giorni dal suo ottantaduesimo compleanno, il 29 agosto. Ma non a quel presidente che non aveva mai nascosto di disprezzare. Lo ha ribadito fino all’ultimo: “Non voglio Trump al mio funerale”. Alla notizia della morte, il tycoon ha comunque twittato le sue condoglianze alla famiglia, mentre Barak Obama ha definito McCain un “coraggioso”, che “ci ispira”. “Con me condivideva la fedeltà a qualcosa di più alto, ovvero agli ideali per cui generazioni di americani e immigrati hanno combattuto, manifestato e fatto sacrifici”.

L’ex presidente Bill Clinton ringrazia McCain per il ruolo svolto nella normalizzazione dei rapporti fra Stati Uniti e Vietnam, e ne ricorda la tenacia e la non paura a rompere gli schemi se lo riteneva giusto.

Fra i più stretti amici del senatore, il ‘nemico’ Joe Biden: “Coraggio. Integrità. Onore. Non ha mai perso di vista quello incui credeva più fermamente: il Paese prima di tutto”. “John McCain – dice invece il leader dei democratici alla Camera, Chuck Schumer – era una grande persona, come ce ne sono poche”. D’accordo il leader dei repubblicani in Senato, Mitch McConnell: “È un giorno triste per il Senato e il Paese. In un’era piena di cinismo sull’unità nazionale, la sua vita è stata un esempio”.

Con la morte di McCain resta in Senato un unico veterano del Vietnam, Tom Carper.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!