Usa. Obama: “Il boom dell’economia? Merito mio”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

È scontro aperto tra il Presidente degli Stati Uniti Trump e l’ex Presidente Obama a ridosso del voto per il midterm che vede in vantaggio i democratici alla Camera. Barack Obama, nella sua campagna elettorale a Chicago per i democratici, che sembrano a corto di leader, ha dichiarato: “Il boom dell’economia? Non è merito di Trump e dei repubblicani“. “Quando sono arrivato alla Casa Bianca ho dovuto risolvere i problemi che ci avevano lasciato”, ha spiegato, riferendosi alla crisi dei mutui subprime. L’ex presidente ha ricordato che economia e occupazione hanno iniziato a crescere negli ultimi 21 mesi del suo mandato. “Dove pensate sia iniziato tutto questo, chi pensate l’abbia fatto?”, ha chiesto, incassando applausi.

Poi Obama ha incoraggiato gli elettori a votare: “È in gioco il carattere del nostro Paese, i suoi valori” ha detto l’ex presidente, ribadendo che le prossime elezioni di Midterm sono cruciali, ben più’ importanti di quelle precedenti.
Barack Obama era a Chicago per sostenere per il senatore Joe Donnelly, che però più volte è sembrato vicino a posizioni più “trumpiane” che democratiche, come per esempio il muro col Messico. Donnelly ha però sostenuto l’Obamacare.

Intanto la campagna elettorale di Trump passa anche attraverso le mosse contro l’Iran. Alla mezzanotte americana (le 6 del mattino in Italia) è scattato il nuovo round di sanzioni Usa contro l’Iran. “Sono le più dure che il nostro Paese abbia mai imposto, vedremo cosa succede”, ha commentato il presidente americano Donald Trump. E Teheran è scesa in piazza per protestare: le bandiere a stelle e strisce sono state bruciate al grido di “morte all’America”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!