Cerimonia del Ventaglio, Mattarella: “L’Italia non sia un far west”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

L’episodio della bimba rom ferita a Roma con una pistola, che ha indignato e aperto nuovi interrogativi, non lascia indifferente il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che nel corso della tradizionale Cerimonia del Ventaglio al Quirinale torna sul tema e ammonisce: “l’Italia non può somigliare a un Far West dove un tale compra un fucile e spara dal balcone ferendo una bambina di un anno, rovinandone la salute e il futuro. Questa è barbarie e deve suscitare indignazione”. Così il presidente della Repubblica.

Molti i temi toccati dal discorso del Capo dello Stato, in particolare quello che riguarda l’emergenza migranti:  “Sessantacinque milioni di profughi nel mondo danno la misura di un fenomeno epocale. Tante volte l’Italia ha chiesto all’Ue responsabilità e leggiamo finalmente segnali positivi da parte di diversi Paesi dell’Unione. Passo dopo passo serve un piano di interventi dell’Unione per governare il fenomeno e non subirlo”.

Ancora in riferimento all’Unione europea e al suo ruolo nella gestione dell’emergenza migranti, Mattarella ha chiarito: “l’Ue deve esprimere con vigore il suo ruolo su tutti i fronti aperti. Viviamo un periodo di instabilità: o gli europei ritrovano le ragioni del rilancio dell’Unione o è prevedibile il declino del Continente”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!