Governo: consultazioni Casellati riprendono nel pomeriggio

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Dopo il primo giorno di consultazioni sembra lontano il successo per il mandato esplorativo del presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, “mirato” a riferire “entro domani” se ci sia una maggioranza per costituire un governo di M5s e centrodestra. Per ora non si registrano passi avanti nel dialogo tra le parti: Il leader del M5S Luigi Di Maio tiene fermo il no a Silvio Berlusconi come anche il capogruppo in Senato dei pentastellati Danilo Toninelli. Quest’ultimo si augura anche che si possa arrivare a un nuovo esecutivo il prima possibile.

Dal centrodestra il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi abbandonando i toni bellicosi degli ultimi giorni afferma: “Da parte nostra non sono mai stati messi dei veti verso il M5s”. Il leader della lega Salvini avverte: “L’unica alternativa al governo centrodestra-M5s “e’ il voto”. I Dem per ora stanno a guardare: se dovesse saltare del tutto il dialogo tra pentastellati e Lega, il Pd potrebbe rientrare in partita aprendo un possibile dialogo cui finora Matteo Renzi si è detto contrario.

Il secondo giro di consultazioni a Palazzo Giustiniani riprenderà nel pomeriggio alle 14.30 con la delegazione del centrodestra che si presenterà unita. Alle 17.30 il presidente Maria Elisabetta Casellati ha invece convocato gli esponenti del M5S. Domani mattina la Casellati andrà a riferire al Quirinale sul mandato esplorativo ricevuto per vedere se ci sono possibilità di formare un governo fra centrodestra e M5S.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!