Torino. Grillo: ok a olimpiadi 2026. “Una grande occasione”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Svolta del M5S in tema Olimpiadi. Grillo da l’ok ad un possibile Torino 2026. Il cambio di rotta si è consumato ieri sera: il fondatore del Movimento5stelle è intervenuto telefonicamente alla riunione degli attivisti torinesi che da ore stavano dibattendo sull’opportunità di firmare la manifestazione d’interesse da indirizzare, entro fine mese, al Comitato Olimpico Internazionale. “Le Olimpiadi? Grande occasione per Torino e M5s“. “Dobbiamo provare a ideare una Olimpiade diversa, una olimpiade sostenibile” ha scandito via telefono Grillo al centinaio di attivisti riuniti in strada Antica di Collegno. “Non possiamo perdere l’opportunità di dimostrare che il Movimento sa raccogliere le sfide e provare a gestire cose complicate” ha aggiunto.

Una svolta radicale quindi rispetto a quanto dichiarato due anni fa dall’amministrazione Raggi per l’ipotesi Olimpiadi 2024 a Roma. Ora tocca a Chiara Appendino scrivere al Comitato Olimpico italiano, per comunicare la manifestazione d’interesse dell’amministrazione ad aprire un dialogo con i tecnici del Cio al fine di decidere se candidare o meno la città.

In realtà il consiglio comunale torinese inizialmente non era molto favorevole all’idea, infatti 4 consiglieri si erano già detti contrari alle Olimpiadi e anche la stessa Appendino aveva preso le distanze dall’ipotesi, ma ieri il cambio di rotta della sindaca e la telefonata di Grillo hanno dato una svolta alla questione.

Nel 2013 il M5S è stato molto critico con le olimpiadi a Torino del 2006: “Torino 2006 è stata una disfatta completa con uno sperpero di denaro pubblico colossale. Le uniche opere positive per la popolazione sono state il completamento della autostrada Torino Pinerolo e la metropolitana” diceva Grillo sul suo Blog.

Questo cambio però è avvenuto in concomitanza della presentazione dello studio di prefattiblità per la candidatura del capoluogo piemontese da parte della Camera di Commercio di Torino, nel quale si dichiara: “C’è un’opportunità unica, non sprechiamola”.

“Condividiamo e sottoscriviamo interamente il dossier e le posizioni presentate stamattina dalla Camera di Commercio”, ha affermato il presidente del Collegio Costruttori di Torino, Antonio Mattio, a proposito dell’ipotesi del bis olimpico nel capoluogo piemontese nel 2026.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!