Nuovo canale di comunicazione tra Valli e i suoi cittadini: già 150 utenti collegati

Un servizio informativo a portata di smartphone quello pensato dal comune di Valli del Pasubio per i suoi cittadini, che già in 150 – in pochi giorni dal varo – hanno accolto con favore e un pizzico di curiosità, iscrivendosi alla nuova proposta. Tramite il noto servizio di messaggistica whatsapp, da mercoledì scorso, i residenti della vallata possono aggiornarsi in tempo reale su qualsiasi comunicazione non solo istituzionale diffusa dall’ente locale. Tutto ciò che riguarda la vita quotidiana di frazioni, contrade, e centro cittadino, e tutte le iniziative culturali, di promozione turistica ed gli eventi che gravitano intorno e dentro la cittadina alle pendici delle Piccole Dolomiti.

Un nuovo canale, già ampiamente diffuso e rodato, pensato per rendere immediata la comunicazione fra ente pubblico e cittadino. “Soprattutto in un momento delicato come questo, dove l’informazione corretta è essenziale anche per non dare il via a cattive pratiche relativamente all’emergenza coronavirus, riteniamo che la comunicazione debba essere quanto più diretta possibile – spiega l’assessore alla Cultura Fabio Vigato – meno passaggi ci sono tra chi comunica e chi riceve la comunicazione, meglio è. Questo è un servizio straordinariamente diretto, che non lascia spazio ad interpretazioni e manda messaggi chiari”.

COME FUNZIONA
Ogni volta che il comune manderà una comunicazione, a chi desidera iscriversi arriveranno dei semplici messaggi su una chat di whatsapp. “Per ricevere le comunicazioni è sufficiente
aggiungere il seguente numero: 340.2156795. Una volta fatto ciò – prosegue Vigato – basta mandare a questo contatto un messaggio con scritto “ISCRIVIMI“. Fatto ciò, si verrà aggiunti automaticamente al sistema, e inizieranno ad arrivare le comunicazioni rilevanti rilasciate dal comune”. Si tratta in ogni caso di un servizio “no reply”, quindi non interattivo, quindi di sola ricezione di comunicazione da parte degli incaricati del comune di Valli del Pasubio. Per ogni domanda o altro dubbio, si invitano i cittadini a contattare l’ente tramite i classici canali di comunicazione. “Invitiamo tutti ad iscriversi – conclude Vigato – da mercoledì scorso, giorno in cui il servizio è partito, abbiamo già avuto più di 150 iscrizioni, segno che i cittadini sono molto interessati”.