Più porti più aiuti: torna la Sherpa Vertical sul Monte Pasubio

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Dal rifugio Balasso a Valli fino a cima Palon, in vetta al monte Pasubio, con uno zaino carico di viveri da destinare all’Operazione Mato Grosso in Perù.

Eccovi scopo e coordinate della 3° Sherpa Vertical, la gara non competitiva che si terrà domenica 20 sul Monte Pasubio a Valli. La Sherpa infatti è una corsa a scopo benefico.
Unica prerogativa per partecipare è portare sullo zaino dei viveri (scatolame, riso e cibi a lunga conservazione), che in seguito vengono spediti alle missioni dell’Operazione Mato Grosso in Perù.

I partecipanti maschi devono portare nello zaino un quantitativo di viveri pari al 10% del proprio peso corporeo, mentre per le partecipanti femmine il peso è ridotto all’8%. E’ sufficiente presentarsi sul posto con 5 chili di cibo, con l’organizzazione che aggiungerà il resto. La prima edizione è stata organizzata a maggio del 2016 ed ha subito conquistato l’interesse di tanti appassionati di corsa ma anche di semplici frequentatori della montagna accomunati però dalla stessa voglia di donare.

Una manifestazione che a fianco di uno sforzo fisico importante (1227 metri di dislivello positivo tra i 1000 del rifugio Balasso ai 2227 di Cima Palon) unisce quindi anche un grande obiettivo di solidarietà, e che piace molto agli “sherpa” vicentini. Negli ultimi due anni infatti la manifestazione è stata molto partecipata e apprezzata. A capo dell’organizzazione è l’associazione Ande Trail con Antonio Pasqualotto, da anni attivo in progetti sociali a favori del Sud America, usando la corsa in montagna come veicolo di solidarietà.

Più porti, più aiuti“, questo è lo spirito della corsa. Partenza fissata alle 9.30.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!