L.R. Vicenza – Spal 2-2. Le pagelle tifose

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
foto presa dal sito lrvicenza.net

Il Vincenza regala un tempo alla corazzata Spal, e con una gran ripresa riesce a pareggiare il match nel secondo tempo per 2-2. Prima frazione chiusa sotto per 2-0, con il secondo gol arrivato su rigore inventato di sana pianta dalla terna arbitrale. Nella ripresa Vicenza arrembante, e che sfiora la clamorosa vittoria con un tempo tutto all’attacco.

GRANDI: I die gol incassati non possono essere colpa sua, suo è il merito di parare una conclusione ravvicinata al 90’.
SALVA RISULTATO 6

BRUSCAGIN: Finalmente è tornato ai suoi livelli, non eccede in incursioni in attacco ma lancia buoni segnali.
SOLIDO 6

BERUATTO: Anche lui, un po’ col freno a mano tirato, ma nel complesso una buona gara senza sofferenze.
PRUDENTE 6

PASINI: Solido dietro, non concede spazi, si proietta in avanti e con il suo gol riapre la partita.
MASTINO 7

PADELLA: Il rigore fischiato a causa sua, non è nemmeno generoso, proprio non c’è;
Perde invece l’uomo sull’uno a zero.
FARFALLONE 5

RIGONI: Mette in campo l’esperienza e detta tempi e modi.
Un po’ rude, non appariscente nelle giocate ma sempre utile.
EFFICACE 6

AGAZZI: Anche lui come il compagno non brilla particolarmente ma li in mezzo corre e morde. Purtroppo non crea.
CONFUSO 6

VANDEPUTTE: Comincia bene fendendosi pericoloso e proponendo giocate, poi sparisce con lo scorrere dei minuti.
COMETA 5

PONTISSO: E’ lui il centrocampista di qualità non a caso quando entra la partita si spacca.
PIRLO 7

DALMONTE: Tornato ai suoi livelli non si fa fermare da nessuno. Una continua freccia che scardina le difese.
BEN TORNATO 8

GIACOMELLI: Altra buona prestazione dove offre buoni spunti, intelligente e duttile.
BRAVO 6

MEGGIORINI: Prova una voleè che stava andando sotto l’incrocio, fa un altro gol spettacolare e si rende sempre pericoloso.
KILLER 7

LONGO: Copre, fa sportellate e fa salire la squadra. Si mangia un gol nel primo tempo.
UTILE 6

GORI: Lui si fa trovare sempre al posto giusto al momento giusto. Ma non colpisce con cattiveria.
ACERBO A METÀ 6

DI CARLO: Il primo tempo lo regala, ha il merito di rimettersi in carreggiata a partita in corso rischiando pure di vincerla.
MAESTRO 7