Alla richiesta dei documenti ingrana la marcia e scappa: inseguimento a Rozzampia

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La frazione di Rozzampia fa da scenario ad un inseguimento da film d’azione americano. Vicentini però tutti gli attori, con gli agenti della Polizia Locale in vesti di inseguitori e un 38enne di Fara in quelli di maldestro “fuggiasco”: che rifiuta di presentare i documenti alla pattuglia, ingrana la marcia e scappa a velocità folle, provoca lo speronamento di un’auto di servizio dei vigili, infine abbandona il suo mezzo – senza assicurazione e già sottoposto a fermo amministrativo si scoprirà poi – e fugge a piedi nei campi. Nascosto dietro ad un albero, una volta catturato verrà accompagnato all’ospedale di Santorso, e a seguito degli accertamenti risulterà positivo all’uso di sostanze stupefacenti.

Il tutto è avvenuto in pochi concitati minuti a Thiene e precisamente nella frazione Rozzampia, non lontano dall’aeroporto Ferrarin (in zona Prà Novei), intorno alle 17 di giovedì. In seguito alla segnalazione di un cittadino una pattuglia del consorzio di Polizia Locale Nordest avvicinava un’autovettura in sosta, dove all’interno si trovava solo il conducente. Alla richiesta dei documenti per il normale controllo, scoppia come un fuoco d’artificio la scorribanda dell’uomo alla guida che “scatta” sui pedali lasciando di stucco gli agenti sul posto. Via ad altissima velocità verso il centro di Rozzampia, facendosi beffe del segnale di stop intimato dalle forze dell’ordine e incrociando su una curva un secondo mezzo di polizia giunto a supporto. Il tutto a sirene a spiegate e lampeggianti, attirando la curiosità dei residenti scesi in strada.

Qui l’attimo più pericoloso, con il sospetto in fuga che compie una manovra che poteva mettere a repentaglio l’incolumità sua e degli agenti, invadendo la corsia di marcia opposta per garantirsi una via di fuga. Auto di servizio speronata e frontale evitato solo grazie alla prontezza dei riflessi dell’agente al volante, e corsa temeraria che prosegue per il fuggitivo fino a via Verlata. Dove abbandona il mezzo per proseguire a piedi nei campi circostanti, forse contando di approfittare dell’oscurità incipiente.

Gli agenti di polizia locale, però, lungi dal demordere, hanno intrapreso subito una perlustrazione in zona trovando il soggetto nascosto dietro ad un albero a poche decine di metri dal veicolo. L’uomo, identificato in A. B., 38enne di nazionalità italiana residente a Fara Vicentino, è stato poi appurato che circolava in strada su un’automobile non coperta da assicurazione di responsabilità civile verso terzi e, inoltre, il mezzo stesso era già stato sottoposto a sequestro amministrativo conseguentemente ad altra analoga sanzione appena una quindicina di giorni fa.
Incetta di reati contestati “a fine corsa” al protagonista del “far west”: denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza per guida in stato di alterazione psicofisica in seguito ad assunzione di stupefacenti, per resistenza a pubblico ufficiale e per danneggiamento. A cui si aggiungeranno le sanzioni per non essersi fermato all’alt, per non aver rispettato la segnaletica stradale, per la velocità pericolosa e circolazione contromano. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro amministrativo per confisca e rimossa con carroattrezzi e, infine, la patente di guida è stata ritirata ai fini della sospensione e successiva revoca.