Ex sede missionari Comboniani, al via la maxi demolizione della struttura (VIDEO)

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Aperto il cantiere di lavori nell'area dei missionari Comboniani. Primo step l'abbattimento di parte dello storico edificio

Ha preso il via a metà mattina la demolizione della struttura che per circa 80 anni ha accolto la sede dei padri missionari Comboniani a Thiene, a ridosso del centro storico. La prima porzione del complesso abbattuta corrisponde a un’appendice edilizia che in origine ospitava i servizi igienici, sbriciolata dal braccio meccanico in pochi minuti. Una poderosa pinza demolitrice ha trasformato in detriti la piccola struttura collegata al nucleo portante, scelta simbolicamente come una sorta di primo “step” per poi procedere gradualmente, nei prossimi giorni, nella rimozione degli infissi e allo smantellamento definitivo della struttura principale secondo il progetto.

Per lo stralcio di lavori iniziato oggi, previsto un termine di 90 giorni per azzerare un’ala “dei Comboniani”, sul lato interno di via dell’Eva, in modo da liberare lo spazio necessario per costruire la nuova strada che la collegherà a via Dante e di fatto al centro di Thiene. Con marciapiedi e file alberate annessi. Per altri dettagli sul piano urbanistico e su cenni storici della presenza dei missionari Thiene vedi approfondimento (clicca).

Presenti stamattina i tecnici comunali, dell’azienda affidataria dei lavori e di Immobiliare Metrò, con loro anche il sindaco Giovanni Casarotto, che ha rimarcato l’importanza dell’opera di riqualificazione del tessuto urbano che entra adesso nel vivo con il cantiere di demolizioni programmate. Rimarrà intatta la facciata della struttura in via Dante e parte afferente alla chiesa e al porticato. Nella nuova area sorgeranno tra l’altro dei parcheggi con circa 50 posti auto, attigui ai moderni complessi residenziali facenti parte dell’accordo pubblico/privato.