Allarme per la piena dell’Astico a Lugo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Destano preoccupazione gli effetti dell’ondata di maltempo che sta investendo il Veneto in queste ore. L’area più monitorata, in questo senso, è quella del torrente Astico a Lugo di Vicenza, dove è stata superata la terza soglia idrometrica.

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha emesso poco fa un avviso di criticità, valevole fino alle 14 di domani, con la dichiarazione dello stato di allarme nel bacino idrografico del torrente Astico, e degli stati di preallarme e attenzione in altri bacini del territorio.

Per quanto riguarda la situazione dei corsi d’acqua, la Protezione Civile regionale segnala che, oltre a rimanere sopra la terza soglia idrometrica il torrente Astico a Lugo di Vicenza,
sono sopra la prima soglia, ma in calo, il Brenta a Barzizza, l’Agno a Recoaro e a
Ponte Brogliano, il Guà ad Arzignano, il Monticano ad Oderzo, e il Piave a Segusino.
A Nervesa il Piave è su valori elevati, ancora in crescita.

Questo è il dettaglio degli “alert” diramati dalla Regione.

Lo stato di allarme per criticità idraulica sulla rete principale è dichiarato per il bacino Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone per la parte riguardante il torrente Astico.

Lo stato di preallarme per criticità idrogeologica è dichiarato nel bacino Piave-Pedemontano (Belluno-Treviso).

Lo stato di attenzione per criticità idrogeologica o idraulica è dichiarato nei bacini Piave-Pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone per le aree non interessate da altro Stato; Alto Piave; Basso Piave-Sile-Bacino Scolante in Laguna; Livenza-Lemene-Tagliamento.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!