Praticare lo sport costa meno: sconti per i club che utilizzano le palestre delle scuole

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Assessore Michelusi e sindaco Casarotto presentano il taglio dei costi per le società sportive in Municipio

Entra in vigore in questi giorni a Thiene il nuovo tariffario per l’utilizzo di cinque palestre cittadine che consentirà a 22 associazioni sportive locali di risparmiare un quinto dei costi di affitto degli impianti. Il 20% di sconto, a partire dal 1 gennaio 2020, è stato deciso dalla giunta comunale nella riunione dello scorso 11 dicembre e riguarda i club che effettuano allenamenti presso le scuole Scalcerle, Bassani, Talin, Collodi e Ferrarin, all’interno degli spazi al coperto di altrettanti istituti che ospitano alunni delle primarie e secondarie nelle ore mattutine.

Un aggiornamento delle tariffe orarie che non subivano mutazioni sostanziali dal 2012. Anzichè venire ritoccate al rialzo sono state abbassate in misura considerevole, con ovvia soddisfazione da parte di presidenti e dirigenti delle associazioni sportive thienesi che si arrabattano in ogni modo per far quadrare i bilanci annuali. Su poco più di 47 mila euro di introito annuale, riferito alla stagione sportiva 2018/2019, le casse comunali percepiranno dunque introiti minore di circa un quinto, che in cifre significa oltre 10 mila euro tenendo conto dei diversi costi di gestione degli impianti.

Di fatto, si tratta di denaro che rimarrà nella “tasche” virtuali di squadre e club che organizzano attività sul territorio: di questi ben 13 su 22 coinvolgendo la fascia giovanile d’età tra bambini e adolescenti. Sia per i minorenni che per le persone più mature entrate nella terza età, in particolare, lo sport assicura dei benefici e una buona pratica diversi che in Municipio a Thiene si vuole sostenere, oltre che un’occasione di socializzazione e integrazione sociale, come più volte ribadito in passato.

“Ringrazio il Sindaco e tutti i miei colleghi di Giunta – spiega Giampi Michelusi, assessore a Sport e Tempo Libero – che hanno accolto la proposta presentata. E’ uno spunto di natura prettamente politica che va a incidere su un servizio basilare indirizzato all’intera cittadinanza. Lo sport crea benefici sociali di grande rilievo ed è in grado di contrastare l’insorgenza di diverse patologie. Questo è pertanto un primo segnale, una partenza che va a sgravare parzialmente i ristretti bilanci delle società sportive, costrette a operare con limitate risorse e con grande impegno prodotto dal volontariato. Rivolgo un appello ai tanti imprenditori thienesi, affinché possano affiancare questo primo importante tassello, attraverso forme concrete di aiuto e contributo. La città e il benessere dei suoi abitanti sono una priorità alla quale tutti, nessuno escluso, devono rapportarsi attivamente, al fine di creare una comunità attiva e vivace”.