Seimila visitatori e una donazione benefica: visti e piaciuti i presepi artistici

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Quindici anni di storia e di esperienza, e un’edizione 2017/2018 con sforata la soglia delle seimila visite. Piacciono sempre più – e inoltre fruttano una raccolta fondi benefica – i presepi thienesi, che anche nella rassegna recente chiusa lo scorso 14 gennaio hanno riservato soddisfazioni, consensi e e “numeri” confortanti agli organizzatori. La Mostra dei Presepi Artistici, aperta per un mese nel periodo di festività natalizie, è frutto di un impegno congiunto di Confartigianato e Confcommercio del mandamento di Thiene, in collaborazione con il Comune e la Pro Loco e  con il fondamentale contributo del Gruppo Presepi Lampertico.

Sotto la direzione artistica di Silvia Sandini, l’esposizione ha coniugato al meglio la tradizione, il fascino del Natale, i costumi e il clima genuino di festa che ha caratterizzato l’edizione recente, creando un evento apprezzato e partecipato come confermano le visite di circa 6 mila persone, con presenze anche da fuori regione oltre che da ogni angolo della provincia berica. Un riscontro positivo che vale come riconoscimento per i circa trenta volontari che hanno prestato il loro tempo libero e la loro passione gratuitamente nell’allestimento della mostra e nel servizio di sorveglianza.

Lieta novella all’interno di un contesto già di per sè foriero di aspetti positivi è l’esito della raccolta fondi, attraverso le libere offerte elargite dai visitatori, che ha permesso di consegnare la somma di 2.150 euro alla Cooperativa San Gaetano di Thiene, struttura cittadina prossima a compiere il trentennale di attività sociale nel territorio, dedicandosi specialmente all’inserimento nel mondo di lavoro di persone con disagi di varia natura.

Giampi Michelusi, assessore ai Rapporti con le Associazioni Sportive e del Tempo Libero nel comune di Thiene, esprime il proprio plauso per l’iniziativa: “la città si dimostra custode della tradizione, della cultura e della storia del nostro paese; il Natale di oggi è lontano dai valori e dai principi che lo hanno caratterizzato nel tempo, quindi il presepio diventa fondamentale per ripristinare nella giusta prospettiva della nascita di Gesù questa festa importante. Personalmente accetto e rispetto qualsiasi cultura, – precisare Michelusi – ma difendo fortemente la mia anche attraverso queste importanti tradizioni che vanno assolutamente tutelate. Ringrazio – conclude l’assessore – a nome dell’amministrazione comunale e a nome della città le associazioni e i volontari che ci ‘regalano’ questo prezioso e benefico appuntamento annuale”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!