Estremo gesto di Tiziano Faccin, il pizzaiolo gigante buono che amava la lirica

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La notizia della sua morte  ha iniziato a girare ieri sera sui social. Tiziano Faccin, il pizzaiolo gigante buono di Zanè, si è arreso e ha scelto di farla finita ieri mattina gettandosi dal ponte di Roana. 45 anni, molto conosciuto nell’Alto Vicentino per il suo lavoro nelle pizzerie della zona, amante della lirica e del canto, viveva con la madre e da tempo aveva manifestato segni di profonda fragilità, tanto che a luglio scomparve per due giorni, lasciando nel panico l’anziana madre e la sorella. Fu trovato due giorni dopo a Dueville in un parcheggio dalla polizia locale. Se quella volta riuscì a venire a capo del male che lo torturava e delle fatica di vivere e fare i conti con le difficoltà, questa volta, ha “ceduto le armi”, come ammettono tristemente i familiari. I funerali si terranno domattina alle 10 nella chiesa di SS. Pietro e Paolo a Zanè.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!