Inquinamento, il Comune dà l’esempio e compra l’auto elettrica. Ordinanza contro le polveri sottili

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

E’ una Renault Kangoo a trazione completamente elettrica e servirà per il trasporto scolastico di due ragazzi disabili e per accompagnare anziani e persone in difficoltà che hanno bisogno di aiuto negli spostamenti: l’ultimo acquisto del Comune di Zugliano, già operativo, è davvero green.

“Quando si è trattato di dover sostituire un vecchio automezzo l’amministrazione comunale, che ha sottoscritto il Paes, ossia il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, ha deciso l’acquisto di una vettura elettrica, del costo di circa 24 mila euro. La nuova auto viene già utilizzata tutti i giorni, soprattutto da volontari ma anche dagli operatori comunali” spiega il sindaco Sandro Maculan.

L’auto, oltre ad avere un costo di gestione molto basso, è silenziosa ed è a zero emissioni di CO2) o polveri sottili, le cui concentrazioni in Veneto sono particolarmente problematiche. Può inoltre circolare ovunque, anche all’interno della Ztl.

“Il problema delle polveri sottili, le Pm10 e Pm2 – sottolinea Maculan – preoccupa in modo rilevante tutta la pianura padana: la Regione Veneto ha sottoscritto con Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Ministero dell’Ambiente un nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata di misure per il miglioramento della qualità dell’aria. Anche noi come Comune, su indicazione del tavolo provinciale, abbiamo emanato l’ordinanza per la riduzione delle concentrazioni di inquinanti atmosferici”.

Nel dettaglio, i cittadini di Zugliano quindi hanno l’obbligo di spegnere i motori dei veicoli merci durante le fasi di carico e scarico, di non bruciare materiali vegetali o ramaglie, di ridurre le temperature del riscaldamento civile a 19° gradi centigradi nelle abitazioni e negli esercizi commerciali (con una tolleranza di due gradi). “Se la situazione della qualità dell’aria dovesse peggiorare ulteriormente sarà necessario intervenire anche con il blocco dei veicoli più inquinanti” spiega il primo cittadino.

Il Comune di Zugliano fa parte poi dello Sportello Energia Altovicentino, che ha messo in rete undici comuni (Arsiero, Breganze, Marano, Piovene Rocchette, Posina, Santorso, San Vito di Leguzzano, Sarcedo, Thiene, Tonezza e Zugliano), che promuovono assieme buone pratiche di sostenibilità. “Dopo il primo proficuo anno di attività, l’obiettivo per il 2018 è proprio quello di promuovere la mobilità elettrica” conclude Maculan.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!