Escursionisti recuperati sul Vajo Scuro

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Questa mattina alle 7.40 il Soccorso Alpino di Recoaro-Valdagno è stato coinvolto nell’operazione di recupero di F.B., 43 anni di Recoaro Terme e di G.V., 38enne di Valdagno, i quali si trovavano bloccati a metà della Via Ferrata del Vajo Scuro. I due probabilmente fidando sulla loro esperienza hanno affrontato il sentiero impegnativo senza l’adeguata attrezzatura, finendo per arenarsi prima di scollinare.

Provvidenziale è stato dunque l’intervento di sette soccorritori del distaccamento Soccorso Alpino Valle dell’Agno, che in circa un’ora hanno percorso il sentiero e individuato gli escursionisti in difficoltà. I due compagni si erano inerpicati sulla complicata Ferrata Vajo Scuro, Monte Fumante e Obante senza imbrago, casco e dissipatore, rimanendo perciò bloccati dopo il primo tiro verticale di 60 metri a quota 1450. A quel punto la coppia si era accorta dell’impossibilità di proseguire, complice anche un infortunio di uno dei due, e aveva allertato i soccorritori.
La squadra del Soccorso dopo averli dotati di casco e imbrago li ha assicurati e calati per 60 metri lungo la parete e assieme a loro sono tornati al Rifugio Cesare Battisti alla Gazza, dove sono arrivati verso mezzogiorno e mezza.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!