Pronti gli aiuti per i terremotati del Centro Italia

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Sin dalle prime luci dell’alba è apparso gravissimo il bilancio del forte terremoto che questa notte ha colpito le regioni del Lazio, Abruzzo e Umbria. Le agenzie di stampa nazionali parlano già di 68 morti. La Regione Veneto non è rimasta con le mani in mano di fronte alla catastrofe, mobilitando immediatamente Vigili del Fuoco, Protezione Civile e personale sanitario da inviare a supporto.

Nella tarda mattinata il primo mezzo a muoversi verso Rieti è stato l’elicottero del Suem 118 di Padova, con un equipaggio completo di anestesista rianimatore che fa base all’aeroporto reatino per contribuire al recupero e al trasporto dei feriti. Da Venezia è partita poi la squadra Urban Search And Rescue composta da Vigili del Fuoco e sanitari del Suem 118, un medico e un infermiere formati per intervenire in situazioni catastrofali.
A ruota si sono mossi anche i Vigili del Fuoco che hanno attrezzato varie colonne di assistenza e più di 50 agenti, partiti da Verona, Venezia e Treviso. Anche la Protezione Civile si è attivata, allestendo una colonna mobile in grado di realizzare un campo base totalmente indipendente con tende, servizi igienici, cucine, per 250 persone. Il reparto è pronto a partire, in attesa di indicazioni su dove dislocarsi.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!