Impianto elettrico in corto circuito: fiamme nello scantinato di un bar di Cresole

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
I vigili del fuoco (immagine d'archivio)

La temperatura si è alzata ben oltre il caldo d’agosto ieri nel pomeriggio a Cresole, all’interno del noto bar edicola e tabaccheria “La Roggia” lungo la Sp41. Un principio d’incendio infatti ha interessato lo scantinato del locale, ad uso magazzino, a causa di un guasto elettrico. Scintille e fumo poi scaturito dallo spazio interrato in cui sono intervenuti i vigili del fuoco dal comando di Vicenza intorno alle 14, risolvendo il problema e scongiurando danni più seri all’attività,aperta al pubblico nella settimana di Ferragosto. Ieri a lanciare l’allarme proprio una barista in servizio, avvertita del fumo proveniente dal sottosuolo dai clienti presenti nella piazzetta esterna.

Intaccati dal focolaio, domato in un paio d’ore dai pompieri giunti sul posto con due mezzi di soccorso, alcuni prodotti per la pulizia e merce varia di scorta riposta nel deposito. Non si riscontrano danni strutturali all’edificio, fatta eccezione per l’impianto elettrico che, dai riscontri dei vigili del fuoco, come spesso accade in casi analoghi sarebbe andato in tilt. Un corto circuito in altre parole, con le scintille sprigionate dal groviglio di cavi e centraline che avrebbero poi trovato alimento sui materiali cartacei e confezionati presenti nello scantinato.

Il locale, che si trova a poca distanza dallo stabile che ospita il comando di polizia locale, potrà comunque proseguire l’attività senza intoppi in via Diviglio a Cresole, popolosa frazione di Caldogno. Il piano terra, infatti, non ha subito alcun danno.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!