Clandestini dalla “via balcanica” nelle cisterne di granaglie: salvati in nove in stazione

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
  1. Nove giovani uomini sono stati salvati dalla morte dai vigili del fuoco mentre si trovavano all’interno di due diversi vagoni-cisterne pieni di granaglie per animali. I vagoni facevano parte di un treno merci proveniente da Villa Opicina (Trieste) ma partito dalla Serbia con destinazione Bologna.

L’allarme è stato dato intorno alle 13,30 dal personale del treno: quando il treno si è fermato a Vicenza per il cambio del personale macchinista, sono stati sentiti battere sul carro silo chiedendo aiuto. Il treno è stato spostato quindi su un binario morto per accedere dall’alto ai boccaporti, da dove i vigili del fuoco hanno estratto le nove persone: due dal secondo carro e sette dal quinto. I pompieri intervenuti con due squadre hanno poi controllato tutti e diciassette vagoni per escludere la presenza di altre persone.

I nove uomini, di origine medio orientale, probabili immigrati clandestini, sono stati assistiti dal personale del 118 accorso sul posto insieme alla polizia ferroviaria e al personale dell’esercito.

Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate  dopo circa due ore e mezza.

 

Notizia in aggiornamento

Ascolta il Radiogiornale di oggi!