Finita la relazione, parte il ricatto: arrestata

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Prima la relazione con quel manager benestante – sposato con figli – poi, una volta finita la storia di passione, nel corso della quale vi era stata anche una gravidanza interrotta volontariamente, è scattato il ricatto, che si è concluso con l’arresto di una bella 27enne di origini senegalesi, accusata ora di estorsione aggravata.

La ragazza – Marie Dieng, barista a Vicenza – avrebbe estorto complessivamente all’uomo, minacciandolo di rivelare la relazione che li aveva uniti, quasi 30 mila euro e costringendolo anche a chiedere un finanziamento in banca. Ad arrestarla, gli agenti della squadra mobile vicentina. Barista e manager avevano instaurato una relazione, che si era interrotta proprio nel momento in cui la giovane era rimasta incinta e per la quale si era sottoposta poi all’interruzione volontaria della gravidanza, frangente nel quale aveva chiesto all’ex amante quarantenne 15 mila euro.

L’avvenente 27enne aveva continuato poi a chiedere denaro all’uomo, minacciandolo e mandandogli ogni giorno decine e decine di messaggi via whatsapp. “Se non mi dai i soldi racconto tutto alla tua famiglia e vengo a trovarti dove lavori, così sapranno tutto anche i tuoi capi”: questo il tenore delle minacce della donna. Fino a quando il facoltoso manager quarantenne si è rivolto alla polizia, che nei giorni scorsi, dopo un appostamento, ha arrestato la 27enne in flagranza di reato: stava “incassando” dall’uomo 2.800 euro contenuti in una busta.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!