Quasi 200 bici reclamano i legittimi proprietari

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il deposito delle biciclette del Comune di Vicenza

Così rassegnati da disperare di rientrarne in possesso. E invece sono quasi 200 le biciclette in giacenza all’ufficio oggetti del Comune di Vicenza che reclamano il loro legittimo proprietario. E sono sempre di più: sono infatti pochissime quelle che si riesce a restituire al legittimo proprietario.

Dall’inizio dell’anno ad oggi, infatti, sono già 189 le biciclette custodite nel deposito comunale e ancora nessuna è stata rivendicata da chi può averne subito il furto. Ciò significa che le biciclette saranno avviate all’asta pubblica oppure, come prevede il Codice Civile, consegnate dopo un anno a chi ha rinvenuto il mezzo, anche se si tratta di pochissimi casi perché la maggior parte dei ritrovamenti è opera della polizia locale e delle altre forze dell’ordine.

Il Comune invita i cittadini che hanno subito il furto di una bici a presentarsi all’Ufficio Oggetti rinvenuti con la denuncia di furto o smarrimento o con altra documentazione che possa dimostrare la proprietà del bene. Meglio se la bicicletta è stata marcata tramite apposita punzonatura perché questo facilita la dimostrazione della proprietà (la marcatura è svolta dagli operatori del Vi.BiciPark in contrà Pescaria (vicino Ponte San Paolo) secondo le modalità indicate sul sito del Comune, ma questo servizio sarà realizzato in collaborazione con Tuttinbici Fiab Vicenza a piazza Castello in occasione della Domenica senz’auto del 18 settembre.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!