Rapina a San Pio X, preso il responsabile. In casa munizioni e repliche di pistole

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

E’ una persona già nota alle forze dell’ordine l’autore della rapina ai danni di un 43nne sabato sera nel quartiere di San Pio X a Vicenza.

La vittima, di Torri di Quartesolo, intorno a mezzanotte stava salendo in auto dopo aver partecipato a un incontro di preghiera nel centro parrocchiale del popoloso quartiere vicentino. E’ stato appena salito a bordo che un giovane, a volto scoperto, lo ha minacciato con una pistola chiedendo la consegna dei soldi che aveva con sè. Il rapinatore poi l’ha pestato e spinto fuori dall’abitacolo e si era allontanato con la sua Opel Corsa. Un fatto inquietante, che ha scatenato indignazione. Le immediate indagini della polizia si sono subito direzionate su un giovane che, secondo la descrizione, doveva aveva circa vent’anni e alcuni pircing.

Gli agenti sono così arrivati ad identificare e denunciare M.B., 26enne residente a Vicenza, già protagonista nell’ottobre scorso di un episodio al centro delle cronache: all’esterno di una pizzeria in strada Casase infatti aveva esploso alcuni colpi in aria con una pistola ad aria compressa.

Gli agenti delle volanti nel corso della perquisizione della sua abitazione hanno anche trovato e sequestrato cinque repliche di pistole, quattro revolver e una semiautomatica: a tutte e cinque mancava il tappo rosso. Insieme, c’erano anche un centinaio di munizioni. Il 26enne in casa aveva anche le chiavi dell’Opel Corsa rubata alla vittima della rapina. In via Belli è stata poi ritrovata anche l’auto.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!