Rubati computer e orologi della Apple per 60 mila euro nella notte

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Immagine d'archivio

Non basta la presenza di una guardia giurata, una banda riesce a trafugare pc portatili e orologi della Apple per un valore approssimativo di 60 mila euro. E’ accaduto stanotte a Brendola, intorno alle 4, all’interno della ditta “Attiva” in via del Progresso. Portone d’ingresso forzato e progetto furtivo interrotto da un intoppo evidentemente imprevisto: all’interno del deposito sbuca un “piantone” addetto alla sorveglianza che costringe i malviventi alla fuga, seppur con un discreto bottino.

Una furto che poteva configurarsi di entità maggiore senza l’intervento della guardia giurata, frappostasi ai ladri che, secondo la sua testimonianza, è stata minacciata con degli estintori. La presenza del sorvegliante avrebbe costretto i trafficanti a caricare sul mezzo utilizzato solo una minima parte della refurtiva rispetto ai “piani” iniziali. Tra gli apparecchi elettronici di valore trafugati personal computer Mac Apple e vari orologi digitali per il fitness, materiale di cui la ditta di Brendola è distributore ufficiale per il Nord Italia.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della
compagnia di Vicenza e della stazione di Brendola pochi minuti dopo la fuga dei ladri. A nulla, finora, sono valsi i posti di blocco organizzati tempestivamente lungo strade e caselli autostradali. Poco dopo sempre nella zona industriale di Brendola, è stato ritrovato un furgone rubato nei giorni scorsi nei pressi di Brescia: potrebbe trattarsi di un mezzo usato dalla banda per caricare il maltolto, poi abbandonato, prima di far perdere le proprie tracce.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!