Pfas, Regione avvia monitoraggio su uva, pere e mele

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Avvio immediato ai campionamenti per verificare la presenza di sostanze perfluoro alchiliche (Pfas) nelle produzioni agricole di uva, pere e mele. Lo ha annunciato la Direzione Prevenzione, Sicurezza Alimentare e Veterinaria della Regione del Veneto, in accordo con l’Istituto Superiore di Sanità, con una comunicazione inviata alle Ulss interessate (la 5 Ovest Vicentino, la 6 Vicenza, la 17 Este-Monselice, la 20 Verona e la 21 Legnago).

Nei giorni scorsi a Venezia si è tenuto un incontro tra gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità e i tecnici regionali della sanità e dell’ambiente, nel corso del quale sono stati fatti i necessari approfondimenti per definire il Piano di Monitoraggio degli Alimenti nella sua versione complessiva e definitiva, che sarà presentato a breve.

In attesa del Piano, intanto, si è dato avvio al prelievo della frutta di stagione che, proprio in quanto tale, è in corso di raccolta e va quindi campionata proprio in questo periodo, nell’interesse della sicurezza e dell’informazione dei consumatori.

Nel dettaglio, per il vicentino i campionamenti per l’uva da vino saranno effettuati in aziende agricole dei Comuni di Lonigo e Sarego, le mele da tavola saranno “campionate” a Noventa Vicentina e le pere da tavola a Lonigo. I campioni che verranno analizzati in regione saranno complessivamente 183.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!