Cade in casa e rimane isolato per due giorni. Salvato da agenti, pompieri e Suem

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Uno scorcio di piazza Carli

Era caduto dal letto e, da circa due giorni, era rimasto sul pavimento immobile senza poter rialzarsi. Viveva solo a Montecchio Maggiore e, anche a causa dei pregressi problemi di salute di cui soffriva, non era riuscito a dare l’allarme. Solo l’interessamento di un vicino di casa, insospettito dal forte odore proveniente dall’appartamento vicino, e il tempestivo intervento di una pattuglia di polizia locale dei Castelli, hanno permesso alla vittima (di 58 anni) di scampare al peggio e venire soccorso, oggi intorno alle 14, nella zona di Alte Ceccato.

La segnalazione da parte del dirimpettaio è stata fondamentale, perchè il pover’uomo non avrebbe potuto resistere ancora a lungo, al massimo qualche ora, vista la disidratazione progressiva. Una volta arrivate sul posto le forze dell’ordine hanno constatato l’effettiva puzza proveniente dall’appartamento, inutile nascondere che si fosse temuta perfino la morte dell’unico ospite del locale. Per scardinare una via d’accesso attraverso una finestra è stato richiesto l’appoggio di una squadra di vigili del fuoco, giunta sul posto congiuntamente a un’ambulanza. Una volta entrati nell’abitazione all’uomo sono state prestate le prime cure, per poi trasportarlo all’ospedale Cazzavillan di Arzignano. Nonostante la brutta disavventura, le sue condizioni di salute generali non risultano gravi.

“Questo caso – spiega il Comandante della polizia locale dei Castelli Massimo Borgo – testimonia che risultano fondamentali le segnalazioni dei cittadini per un immediato e risolutivo intervento da parte della polizia locale e delle altre realtà preposte”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!