Passa la notte nel bosco mentre il soccorso alpino lo cerca. Allarme rientrato

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Una bella immagine dei boschi intorno a Gallio (credits: Mapio.net)

Era scomparso lunedì sera, lasciando l’auto parcheggiata di fronte a un trattoria di Gallio. Il giorno dopo è rientrato con le sue gambe al luogo di partenza dopo aver passato più di 24 ore e un’intera notte, da solo, nei boschi dell’Altopiano. Disavventura a lieto fine per un 49enne di Conco, che ha messo in apprensione familiari e operatori del soccorso alpino del Cnsas dopo la “gita” solitaria notturna. Con nel frattempo le squadre di ricerca sulle sue tracce già da alcune ore, il soggetto all’imbrunire tornava a piedi nei dintorni del rifugio montano, intorno alle 21 di ieri. Visto lo stato di euforia dimostrato oltre alla comprensibile stanchezza, l’uomo è stato trasportato in ambulanza per precauzione all’ospedale di Asiago per un controllo.

La scomparsa dell’altopianese era stata segnalata nel pomeriggio ai carabinieri dai familiari, che hanno proceduto alla denuncia dando immediatamente il via al protocollo di soccorso. Il 49enne avrebbe passato serata e notte nei boschi di Gallio – individuato grazie alle celle telefoniche – , proseguendo nella sua pericolosa avventura dopo aver abbandonato il veicolo intorno alle 19 di lunedì nel cortile della trattoria di montagna. Più di 24 ore incautamente da solo, quindi, affrontando i pericoli della montagna senza attrezzatura idonea, prima di ritrovare la via del ritorno e far tirare un sospiro di sollievo ai familiari.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!