1-2 ottobre, va in scena il Mercato Rinascimentale Europeo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Ritorna il sapore del vivere quotidiano nell’Anno Domini 1492, anno della concessione del mercato franco da dazi, da parte della Repubblica di Venezia, da svolgersi in giorno di lunedì. Otto secoli di storia mercantile rivivranno a Thiene sabato 1 e domenica 2 ottobre, trasformandola in un’isola della memoria con dame e cavalieri, armigeri, sbandieratori, musici e danzatori, mercanti, artisti, giullari e popolani.

Torna infatti  il Mercato Rinascimentale Europeo – Thiene 1492, un’occasione imperdibile per assaporare sensazioni antiche, profumi, suoni, sapori e saperi tramandati nei secoli.

“Ancora una volta si rinnova la magia del Mercato Rinascimentale. La manifestazione – affermail Sindaco, Giovanni Casarotto – si regge sul volontariato e quindi ogni sua edizione non è mai scontata. Da due decenni i volontari degli Amici di Thiene lavorano con entusiasmo per assicurare al territorio uno degli eventi ad ingresso libero più attesi e partecipati dal pubblico e in tempi di crisi tutto questo non è facile. Ci auguriamo che anche il Mercato  2016 riscuota il consenso che merita da parte di visitatori e turisti. E’ questa sicuramente la gratificazione più bella per chi si spende generosamente per la collettività”.

“Ringrazio i volontari dell’Associazione Amici Thiene ed il coordinatore, nonché responsabile  della Rievocazione, Bepi Restiglian per l’impegno che profondono nell’organizzare l’evento” – sottolinea a sua volta Piero De Longhi, presidente del Comitato Rievocazione Storica “Thiene 1492” che aggiunge: “L’amore per la città e la sua storia hanno permesso a questa manifestazione di  diventare una delle maggiori del Veneto, riconosciuta dalla Regione come tra le prime del Veneto, quanto a importanza e fedeltà storica nella ricostruzione dei costumi e delle proposte”.

Il grande Mercato Rinascimentale Europeo verrà allestito in centro storico e sarà aperto dalle 15 alle 22.30 nel pomeriggio di sabato 1 ottobre e dalle 9.30 alle 19.30 di domenica 2 ottobre.

Bancarelle dei mercanti e degli artigiani  caratterizzeranno la manifestazione, animata da eventi di musiche e danze rinascimentali e da attività ludiche e proposte da gruppi di spettacolo e artisti di strada. I prodotti tipici della Terra di Thiene saranno alla base dei menù degustabili nelle taverne presenti nell’area del mercato.  Si potranno assaporare le prelibatezze delle nostre zone, come arrosticini, porchetta, salame, sopressa, friole, infilzà de frutta, macafame e parpagnachi. I contadini metteranno in mostra i loro prodotti, i bambini di ogni età si divertiranno con i giochi popolari.

La festa sarà animata da oltre 300 figuranti in costume rinascimentale che interpretano mercanti, commercianti, contadini che, lasciate le loro botteghe, i laboratori e le campagne, portano in città manufatti e prodotti della terra. Abili artigiani, con tecniche antiche lavoreranno il rame, la pelle, la paglia, il legno, il ferro, la carta e le corde.

I luoghi del Mercato sono il Campo della Terra e l’Arena del Castello in piazza Ferrarin, il Borgo dei Popoli in Corso Garibaldi, l’Arena e Campo della Torre Civica in piazza Chilesotti, la Contrada delle Arti e dei Mestieri in Corso Garibaldi e nelle vie Trento e Trieste, il Campo dell’Allegrezza in piazzetta Rossi, il Borgo delle Merci Foreste in via Roma e i Presidii delle Milizie  con la Compagnia d’Arme San Vitale ai varchi d’ingresso del centro storico.

Ad animare con spettacoli i vari luoghi della manifestazione saranno Popolino Il Baladino con musiche e giocoleria dalla Terra di Francia, i saltimbanchi e mangiafuochi della Contrada della Corte di Quattro Castella, gli sbandieratori e i musici della Compagnia Borgo Santo Spirito di Ferrara e degli Alfieri della Regina, I Paratrampoli di Circa Teatro di Urbino, il gruppo di musici de Le Tre Cipolle, il Coro Giovanile di Thiene, il Gruppo di Danza Popolare Rinascimentale di Thiene 1492, la Compagnia del Sanguanelo, il Gruppo Acrobatico Saltimbanco,  l’Ensemble Thiene 1492 e il Trovatore Emanuele con la storia di Fiordalisa e Francesco, sfortunato eroe della battaglia di Rovereto.

Come ogni anno c’è grande attesa per una delle feste più significative e prestigiose del Veneto che vede il coinvolgimento della Città. Un’occasione di divertimento e promozione del territorio che scaturisce dalla volontà collettiva di celebrare la sua ricca storia. Un passato di cui la Città è fiera e che le ha permesso di diventare, nel corso dei secoli, uno dei punti di riferimento della provincia di Vicenza. Era il 6 ottobre 1492, infatti, la data storica a cui risale l’apposizione della firma e del sigillo del doge Agostino Barbarigo alla ducale che conferiva a Thiene tale privilegio, attribuito in segno di riconoscenza per l’apporto dato dalla brigata thienese durate la guerra di Rovereto combattuta nel 1487. Da allora per Thiene iniziò un periodo di prosperità. La cittadina progredì e fece del Commercio il suo cavallo di battaglia. Il mercato del lunedì è uno dei più antichi del Veneto e, ancora oggi, uno dei più frequentati. Dagli archivi risulta già esistente nel 1259, quando le cronache registrarono che Thiene fu messa “a ferro e fuoco da un gruppo di guelfi padovani e di fuoriusciti vicentini nel giorno di lunedì di dopo Pasqua”, giorno di mercato.

Il “Mercato Rinascimentale Europeo – “Thiene 1492” è organizzato dall’Associazione Amici di Thiene in collaborazione con Comune di Thiene e ConfCommercio Mandamentale,  Pedemontana Vicentina, IAT ed il patrocinio di Provincia di Vicenza e Regione del Veneto. L’iniziativa è sostenuta dalla Banca San Giorgio Quinto Valle Agno.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!