Arriva l’Expo per spostarsi in modo sostenibile

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Una bicicletta elettrica (foto tratta da Askoll.it)

Dal 16 al 18 dicembre 2016 allo Shed del Lanificio Conte di Schio si metteranno in mostra operatori, aziende, veicoli e soluzioni per la mobilità del futuro. Oltre dieci stand con bici, moto elettriche e auto ibride, elettriche e rigenerate, racconteranno ai visitatori come il futuro della mobilità sia green e quante opportunità siano già disponibili per chi voglia dare una mano all’ambiente anche scegliendo un mezzo di trasporto alternativo a quelli tradizionali.

L’esposizione Mobilità Sostenibile Expo, organizzata per la prima volta dall’amministrazione comunale scledense (con la collaborazione di Confartigianato) apre le porte venerdì 16 dicembre dalle ore 15 fino alle 19 e poi sabato e domenica dalle 10 alle 19 e permetterà al visitatore di scoprire tutto quanto il mercato offre per la mobilità sostenibile e di approfondire e fugare i dubbi che ancora restano su questo tema.

Otto le aziende partecipanti: Askoll Eva, Carollo Motosport, Cicli Rampon, Auto Due Concessionaria Toyota, Manzotti Citroen Schio, Piaggio D’Ambrosi, Zanella cicli-moto-fitness e DriWe.

In uno degli stand sarà presente anche la cooperativa sociale Nuovi Orizzonti con il progetto Oasi Bike, che offre il noleggio in autonomia di e-bike o la possibilità di partecipare alle uscite che vengono organizzate e promosse attraverso la pagina facebook e sul sito dell’Oasi Rossi.

Nello stand di Confartigianato saranno possibili invece approfondimenti e dati sulla mobilità sostenibile e la presentazione del progetto Reborn, che consente di trasformare la propria auto a combustibile tradizionale in macchina elettrica o ibrida.

Per la giornata di domenica, la ditta DriWe, propone anche un contest rivolto agli studenti delle scuole medie e superiori finalizzato ad elaborare un’idea progettuale per personalizzare in chiave creativa la colonnina di ricarica DriWe. Verranno premiati i lavori che si distingueranno per applicazione sul territorio, creatività, fattibilità realizzativa, impatto energetico e ambientale, impatto economico e sociale, tipologia di materiali. In palio 500 euro in buoni acquisto per la scuola vincitrice, nonché un premio tecnologico ed un corso base di progettazione 3D/rendering per tutti i membri del gruppo vincitore, oltre alla possibilità che il progetto venga poi realizzato, diventando una sorta di mascotte della mobilità elettrica scledense.

Nello stand del Comune saranno esposti i mezzi elettrici in dotazione all’amministrazione comunale, come le bici a pedalata assistita, che il personale usa per gli spostamenti di lavoro e il percorso casa-lavoro e il quadriciclo utilizzato per le manutenzioni.

La manifestazione sarà anche l’occasione per promuovere le iniziative messe in atto dall’amministrazione Orsi a sostegno della mobilità sostenibile. In primo luogo, l’agevolazione per il parcheggio riservate alle auto ibride ed elettriche, che consente di parcheggiare negli spazi blu, solitamente a pagamento, anche per tutto il 2017, con un abbonamento simbolico di 10 euro. I parcheggi in superficie che rientrano in questa “promozione” sono quelli pubblici di proprietà comunale in via Btg. Val Leogra, piazza A. Da Schio, piazza Statuto, via Rompato, via Gorzone, piazza IV Novembre, piazzale Baracca, via Marconi, via Card. Dalla Costa, via Pasubio, via XX Settembre e via Gaminella. Per usufruirne, gli interessati devono rivolgersi allo sportello QUICittadino di piazza Statuto per il pagamento dell’abbonamento annuale di 10 euro e il ritiro dell’apposito contrassegno di sosta. Un’apposita segnaletica indica quali parcheggi rientrano in questa agevolazione.

Il Comune ha previsto inoltre un contributo per l’acquisto di bici a pedalata assistita, che prosegue anche nel 2017.  Dalla primavera ad oggi, già una settantina di bici a pedalata assistita sono state acquistate da scledensi, grazie a questa operazione messa in atto dal Comune, con il coinvolgimento dei rivenditori specializzati, rivolta a quanti, per ragioni di età o altri motivi che impediscano un uso regolare delle normali biciclette, vogliano comunque dotarsi di un mezzo di trasporto ecologico come le biciclette a pedalata assistita. Per l’acquisto di questo tipo di veicolo il Comune ha previsto un fondo di 10 mila euro di contributi, riservato ai cittadini residenti a Schio, per una quota massima di 100 euro a persona. Le ditte Cicli Rampon, Piaggio D’Ambrosi, Carollo Motosport,Cicli Zanella e Cicli Zanin, che hanno aderito, praticano un ulteriore sconto del 10% sul prezzo di listino, beneficio che si aggiunge al contributo comunale.

“Iniziative come questa – dichiara il sindaco, Valter Orsi – rientrano perfettamente in quella che è la nostra idea di città: una città pulita, vivibile, che guarda al futuro e che sta investendo molto anche sul turismo sostenibile”.

Le ditte aderenti all’iniziativa mettono in risalto come il mercato dell’ibrido e dell’elettrico, anche nella nostra zona, sia in crescita, ma che si tratta più di una questione culturale che di una difficoltà oggettiva o tecnologica, settore in cui l’Italia è, infatti, leader. Basti pensare che un’auto elettrica, anche se tutt’ora costa più di un’ibrida o tradizionale, permette di viaggiare per 100 chilometri con un costo che varia da uno a tre euro, e di essere ricaricata anche a casa grazie all’integrazione con l’impianto fotovoltaico, con un innegabile contributo all’abbattimento dei livelli di inquinamento e la possibilità di ammortizzare il costo iniziale, grazie anche alle agevolazioni su assicurazione e bollo.

Le bici a pedalata assistita consentono di risparmiare rispetto ad altri mezzi e per questo sono sempre più usate anche per muoversi da casa al lavoro e, per chi le usa nel tempo libero, di affrontare percorsi lunghi o con dislivelli che non sono da tutti.