Banche venete, Maculan scrive a Gentiloni “I risparmiatori vanno tutelati”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

In vista della conversione in legge del decreto legge 99/2017 sulla liquidazione coatta delle banche venete volute dal governo Gentiloni, che sarà discussa tra pochi giorni al Senato, il sindaco di Zugliano Sandro Maculan ha scritto una lettera al premier chiedendo che vengano rafforzate le garanzie ai risparmiatori azzerati di BpVi e Veneto Banca.

“Egregio Presidente, la crisi delle due banche venete, tra responsabilità degli amministratori e di chi avrebbe dovuto controllare,ha generato una situazione gravissima a livello economico e sociale – esordisce Maculan – In particolare, a subire gli effetti peggiori sono gli azionisti delle due banche poste in liquidazione, un vero e proprio popolo non di speculatori ma di risparmiatori, spesso piccoli risparmiatori, la cui fiducia è stata tradita. Si tratta quindi, senza mezze parole, di cittadini truffati che ora si ritroverebbero, con questo Decreto, azionisti di una banca liquidata”. “Il Decreto, così come in approvazione, per gli azionisti-risparmiatori non prevede nulla – aggiunge Maculan – ha l’effetto di una pietra tombale su qualsiasi concreta speranza di risarcimento per la truffa subita. In qualità di Sindaco di Zugliano chiedo che vengano introdotti ulteriori provvedimenti legislativi che considerino, oltre gli interessi e la tenuta del sistema bancario italiano, anche i diritti legittimi degli azionisti-risparmiatori”.

“Spero che questo mio appello politico – ha concluso – che proviene dal territorio venga considerato”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!