In corsa per salvare rinoceronti ed elefanti: 5 vicentini pronti per il Kenya

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Una gara estrema in Kenya lunga 230 chilometri, attraverso i paesaggi selvaggi della savana centro-africana. Cinque giorni di trail sotto il sole cocente dell’Africa, circondati da paesaggi favolosi e incontaminati, mandrie di zebre, elefanti, rinoceronti. Uno scenario idilliaco che però ogni giorno è messo in pericolo dai bracconieri della savana, che cacciano senza pietà questi meravigliosi animali per ricavarne avorio da vendere a carissimo prezzo.

Ma qual è il legame tra una gara di 230 chilometri e il bracconaggio? E’ presto detto. Stiamo parlando di un progetto benefico di portata globale. “Running for Rangers”, è questo il nome dato a questa grande avventura alla quale prenderanno parte cinque runner italiani, tutti vicentini.

Il Progetto
Questi cinque ragazzi ad agosto in Kenya correranno una gara internazionale di 230 chilometri. Ognuno farà la sua gara, ma risulteranno come team Running for Rangers Italia. Si tratta di un ultra-trail benefico dal nome “For Rangers Ultra Race”, che tradisce lo scopo di tutto il progetto: finanziare il corpo dei ranger keniani, un gruppo di guardie private altamente addestrate che si occupa della salvaguardia e protezione della fauna locale. I ranger in particolare difendono gli elefanti e i rinoceronti dai bracconieri, che ogni anno ne uccidono a migliaia per ricavarne avorio da vendere illegalmente nei mercanti internazionali. Sono centinaia i ranger caduti negli ultimi anni adempiendo al loro dovere, morti in scontri a fuoco contro questi spietati cercatori d’avorio.
L’Eco Vicentino ha deciso di sposare in prima persona questo progetto, ed oltre a contribuire con una donazione alla causa sarà media partner ufficiale del comparto Running for Rangers Italia. Nei prossimi mesi seguiremo quindi molto da vicino le avventure di questi cinque ragazzi.

I Protagonisti
Per l’Italia saranno in gara:
Alberto Ferretto, 28enne di Marano Vicentino;
Matteo Parise, 24enne di Montecchio Maggiore;
Marco Zanandrea, 28enne di Marano Vicentino;
Alessio Zambon, 25enne di Zanè;
Francesco Rigodanza, 28enne di Schio;
Tutti atleti amatoriali o semi-professionisti che hanno già portato a termine diverse ultra-maratone.
Ad accompagnarli ci sarà Marcus Baronet, nato e cresciuto in Kenya, per poi trasferirsi a Schio nel 2007 per vivere con sua moglie Michela. Film director, cameraman e editor, Marcus sarà il responsabile per la produzione del film per il team oltre a fungere da guida e supporto per i corridori durante il loro soggiorno in Kenya.

Sport e Solidarietà
In questi mesi precedenti alla gara il gruppo di Running for Rangers Italia ha un obiettivo ben preciso. Raccogliere la somma di 20mila euro per poter partecipare alla gara di agosto. Per ogni concorrente infatti la singola quota di partecipazione richiesta si attesta attorno ai 4mila euro. 2500 vanno donati direttamente alle associazioni For Rangers, organizzazione a scopo benefico con sede in Kenya, e Save the Rhino. I restanti 1500 euro ad atleta coprono i costi di viaggio, assicurazione e sopravvivenza per i giorni di gara, che si terrà dall’1 al 5 agosto nella regione di Laikipia, nel cuore del Kenya. 5 tappe in 5 giorni, attraverso 5 incredibili ranch privati. I partecipanti dovranno affrontare 230 chilometri di arduo terreno africano, passando attraverso un incredibile scenario di animali selvatici, tra cui elefanti, leoni, giraffe reticolate, leopardi e rinoceronti. Il Kenya è infatti da tutti considerato la casa della maratona e per Running for Rangers Italia sarà un onore mettere a disposizione le proprie doti atletiche per una causa che va aldilà della sola competizione.

For Rangers venne fondata da un gruppo di corridori provenienti dal Kenya, Tanzania, Regno Unito e Nuova Zelanda, che decisero di prendere parte alle ultra maratone più difficili, ad iniziare da The Marathon des Sables in Marocco. In questo modo riuscirono ad attirare l’attenzione del mondo intero sulla grave situazione in cui verte la fauna africana, principalmente dovuta al bracconaggio. Impegno che prosegue ancora oggi, e che anche grazie alla prossima For Rangers Ultra Race in agosto permetterà di acquistare equipaggiamento come trasmettitori radio e GPS, vestiti e scarponi, torce e attrezzatura da campeggio per i ranger keniani.

Come Donare
Nei prossimi mesi l’obiettivo del team di Running for Rangers Italia sarà quello di raccogliere 20mila euro. Per fare ciò, sono disponibili dei contratti personalizzati per gli sponsor che volessero aderire alla causa. Tutte le informazioni sulla sponsorizzazione si possono richiedere all’indirizzo rfrangers.italia@gmail.com.

Altro sistema per contribuire a questa nobile causa è quello di fare una donazione al seguente link → https://www.gofundme.com/running-for-ranger-italia. Si tratta di una piattaforma online certificata e totalmente sicura, usata per raccogliere fondi per le esigenze più disparate.

Nei prossimi mesi intervisteremo uno ad uno i 5 atleti in gara, e vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questa fantastica avventura di sport e solidarietà.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!