Migranti, Lanzarin: “Basta decisioni dall’alto”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
l'assessore regionale Manuela Lanzarin

“Basta decisioni calate dall’alto. E’ ora che il Governo inizi ad ascoltare anche le Regioni nella gestione dei flussi migratori. Lo abbiamo ribadito anche a Roma, condividendo con i colleghi delle altre regioni il decalogo siglato lunedì a Genova tra i governatori Zaia, Toti e Maroni”. L’assessore al Sociale e ai flussi migratori della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, insieme alla collega della Regione Lombardia, Simona Bordonali, e alla vice presidente della Regione Liguria, Sonia Viale, ha portato all’attenzione della Commissione Immigrazione delle Regioni, che si è svolto ieri mattina a Roma, il documento di proposte sulle politiche migratorie formulato da Veneto, Liguria e Lombardia e condiviso lunedì scorso nell’incontro trilaterale.

“C’è un comune forte disagio nei confronti del Governo che continua a decidere unilateralmente  tramite i prefetti e i Comuni –  sottolinea Lanzarin –  Per invertire questa rotta, il Veneto, insieme a Lombardia e Liguria, ha presentato la Carta di Genova, proponendola come documento di lavoro approfondito sul quale elaborare una presa di posizione unitaria delle  Regioni da presentare prima alla Conferenza Stato-Regioni e poi al Governo. Chiediamo che sulle Regioni non ricadano soltanto le devastanti scelte dettate da una gestione centralistica delle politiche sull’immigrazione e che possano intervenire nel merito delle politiche di accoglienza e gestione di profughi, rifugiati e migranti”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!