Ok di Rfi all’elettrificazione della linea Vicenza-Schio

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

“Nel corso di un incontro con l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, ho acquisito la certezza che la richiesta della Regione di inserire nel piano di elettrificazione delle linee ferroviarie venete il cosiddetto ‘anello basso’ del Bellunese e la tratta Vicenza-Schio, è stata accolta”.
Lo annuncia l’assessore regionale ai trasporti, Elisa De Berti, che nei giorni scorsi ha avuto modo di ribadire a Roma all’amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana le priorità nell’opera di modernizzazione complessiva della rete ferroviaria del Veneto.
“Con Rfi stiamo definendo gli ultimi dettagli dell’accordo quadro e abbiamo chiesto e ottenuto di aggiungere questi interventi a quelli già finanziati su richiesta della Regione” precisa l’assessore.
Per quanto concerne la Vicenza-Schio, De Berti sottolinea che è già attivo un tavolo tecnico con i Comuni del territorio interessato per analizzare le problematiche della linea. “L’obiettivo – conclude – è avere ogni 30 minuti un treno che percorra 30 chilometri in 30 minuti e per raggiungerlo è necessario superare la principale criticità rappresentata da ben 22 passaggi a livello. Quando l’elettrificazione verrà realizzata si potrà contare su un collegamento ferroviario efficiente e sarà possibile attuare compiutamente l’integrazione ferro–gomma, favorendo in tal modo la ridistribuzione nel territorio delle risorse che vengono impegnate per finanziare il servizio di bus che oggi si sovrappone su questa tratta a quello dei treni”.
“L’impegno preso da Rfi per l’elettrificazione della Vicenza-Schio può finalmente segnare una svolta per il trasporto ferroviario nel vicentino” afferma a sua volta il consigliere regionale del Pd Stefano Fracasso. “Un segnale positivo che risponde a una delle richieste che avevamo inserito tra le priorità per dare al territorio vicentino quel treno dei desideri che abbiamo disegnato con la Carta di Dueville” spiega Fracasso. “Si tratta di una buona notizia quindi per i tanti pendolari che chiedono un servizio più efficiente e adeguato, ma anche per i sindaci e i tanti che da tempo si stanno impegnando per il potenziamento della tratta Schio-Vicenza. Diamo atto alla Regione di essersi fatta carico di questa richiesta e ora terremo alta l’attenzione perché agli annunci seguano i fatti. L’elettrificazione è infatti un passo imprescindibile per arrivare all’obiettivo di garantire ai pendolari treni ogni mezz’ora e con tempi di percorrenza di mezz’ora sull’intera tratta. Obiettivo che, con gli adeguati investimenti, si può raggiungere”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!