Pm10: migliora la qualità dell’aria, in città accantonato (per ora) il blocco dei veicoli Euro3 diesel

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Inquinamento in Val Padano (fonte: Wikipedia)

La qualità dell’aria è in miglioramento. I dati di Arpav riferiti a mercoledì 1 febbraio confermano la diminuzione di concentrazione nell’aria di pm10, che ieri si sono fermati a 89 microgrammi/metrocubo, pertanto inferiori alla soglia di criticità 2 (100 microgrammi/metrocubo).

Pertanto non scatterà il blocco degli Euro3 diesel nella zona più centrale di Vicenza, poiché, seppur a fonte dei tre superamenti consecutivi della soglia di 100 microgrammi/metrocubo (il 29 gennaio con 121 µg/m3, il 30 con 157 µg/m3 e il 31 con 139 µg/m3), a partire da ieri la situazione risulta in miglioramento grazie all’arrivo della pioggia che è prevista anche per i prossimi giorni.

Tuttavia nel caso di un peggioramento delle condizioni della qualità dell’aria dalla settimana prossima, se si verificasse la necessità, il Comune è pronto a predisporre, in relazione al traffico veicolare, il divieto della circolazione dei veicoli alimentati a gasolio e classificati Euro 3, e a vietare l’utilizzo dei generatori di calore alimentati a biomassa legnosa, laddove sia presente per il riscaldamento domestico un impianto a metano.

Considerato il periodo di pesante inquinamento dell’aria, l’amministrazione comunale di Vicenza invita i cittadini ad adottare comportamenti virtuosi nell’utilizzo dell’automobile, nell’accensione degli impianti di riscaldamento domestico e in altre azioni che potrebbero contribuire alla riduzione delle emissioni in atmosfera.