Inscenano rapimento per ricattare l’ex marito. Coppia in manette

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Intrigo internazionale quello scoperto nei giorni scorsi dai carabinieri della compagnia di Vicenza. Una donna dominicana, la 45enne Nanyi Elizabeth Peguero de Perez, con la collaborazione del suo attuale compagno ha finto di essere stata rapita assieme alla figlia minorenne. Il tutto per un’estorsione architettata ai danni all’ex marito, nel frattempo emigrato negli Stati Uniti per lavoro, e costringerlo a tornare.

Le indagini sono iniziate sabato 28 gennaio, quando i carabinieri di Vicenza sono stati informati dal servizio per la cooperazione internazionale del ministero dell’Interno del “probabile” sequestro di persona di due donne, entrambe di origine dominicana, madre e figlia quattordicenne. Le due sarebbero state rapite da ignoti banditi in provincia di Vicenza. Dopo aver preso contatti con le autorità dominicane e con la sezione anticrimine del Ros di Padova i militari hanno iniziato le ricerche delle scomparse.

L’operazione è proseguita restando in contatti con la Repubblica Dominicana, dove erano presenti alcuni familiari delle vittime, e con Miami, negli Stati Uniti, ove l’ex marito e padre della minore aveva da mesi trovato un impiego.

A quel punto l’uomo, allarmato dalla sparizione, è tornato in Italia dal continente americano, riuscendo ad allacciare un contatto con i presunti sequestratori e fissando un incontro con loro. Tuttavia al meeting i malviventi non si sono presentati, ma anzi inaspettatamente si è fatta viva la ex moglie. La donna gli ha quindi chiesto di seguirlo, mentre i carabinieri osservavano tutto da lontano. Dopo un lungo pedinamento i militari hanno deciso di intervenire, irrompendo all’interno di un appartamento di via Firenze 20 a Vicenza, dove si pensava fosse stata nascosta la minorenne.

A quel punto tutta la trama si è chiarita: non c’era stato nessun sequestro di persona, dato che la domenicana aveva creato ad arte una grave situazione di pericolo per indurre il marito a ritornare dagli Stati Uniti. Il suo scopo era quello di mettere in piedi un’estorsione all’ex, facendo leva sul rapimento della figlia e di lei stessa. Una grossa farsa all’interno della quale era coinvolto anche l’attuale compagno della donna, il 44enne ivoriano Emmanuel Bognan Semin, finito in carcere assieme alla domenicana con l’accusa di tentata estorsione. La minorenne è stata affidata provvisoriamente alle cure di una zia paterna.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!