Pretto non correrà alle elezioni. “Mi dedico tempo pieno alla Lega Nord”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Il neo segretario provinciale della Lega Nord – Liga Veneta di Vicenza, Erik Pretto, ha annunciato che non si candiderà alle prossime elezioni di Marano Vicentino. Il 32enne attuale capogruppo dell’opposizione ha deciso di farsi da parte, non entrando in prima persona nel polo guidato dall’imprenditore Michele Pietribiasi, per dedicarsi interamente al coordinamento delle attività della Lega Nord berica.

Pretto infatti è stato eletto a gennaio alla guida del Carroccio vicentino. “Ruolo che assorbe molto tempo ed energia se condotto con dedizione – ha spiegato – ho quindi ritenuto di non poter entrare nella lista civica “Noi di Marano” che si proporrà ai cittadini come alternativa dell’attuale maggioranza consiliare nelle prossime elezioni di giugno”.

Un’uscita di scena dalla vita politica maranese che arriva dopo cinque anni passati a guidare l’opposizione. “Ho svolto con passione il ruolo di consigliere comunale a servizio della nostra comunità, presentando una serie di interventi scritti in Consiglio comunale (interrogazioni, interpellanze, mozioni ed ordini del giorno) come mai era accaduto prima d’ora a Marano Vicentino – ha proseguito – un lavoro intenso e costante, impegnativo ma assolutamente gratificante, che ha contribuito a farmi crescere come persona, e che mi ha portato a conoscere meglio il nostro paese, le sue criticità e le sue straordinarie potenzialità”.

Nel dare il suo saluto agli elettori maranesi, Pretto ha fatto sapere di aver comunque contribuito a segnare la strada alle attuali minoranze consiliari per le prossime elezioni. “La lista civica ‘Noi di Marano’, da me guidata per cinque anni, si proporrà ai maranesi come alternativa dell’attuale maggioranza consiliare – ha concluso – c’è stato un rinnovamento. Sono entrate a farne parte molte persone provenienti dalla società civile, rappresentative della nostra comunità, che sono certo potranno lavorare molto bene per tutti noi. A loro va il mio più grande augurio ed il mio sostegno. Sono certo che saprete apprezzare, ancora una volta, il nostro impegno”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!