Riciclare di più con sconti in cambio. La proposta della minoranza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Introdurre a Torrebelvicino eco compattatori di rifiuti per aumentare sensibilmente la raccolta differenziata, dando in cambio ai cittadini virtuosi buoni e sconti da spendere negli esercizi del paese. E’ questa l’ultima proposta avanzata dal gruppo di minoranza turritano “Lista Belvicino”. Mozione che sarà valutata dalla commissione ambiente.

“Questa mozione che vede alle spalle un mio personale lavoro meticoloso insieme a molti giovani amministratori di Anci provenienti da altri comuni e di vari colori politici – ha detto il consigliere Nicolas Lazzari – deve essere affiancata sicuramente da una sensibilizzazione ambientale a partire dalle scuole e da educazione civica. Reputo che questa azione sia lungimirante e fondamentale per avere dei miglioramenti dal punto di vista ambientale, ma non di meno per far avere dei vantaggi ai nostri cittadini soprattutto in un periodo di crisi come questo, premiando chi tra di loro si impegna maggiormente per l’ambiente”.

Nel concreto si tratterebbe di ripetere una pratica già adottata da diversi comuni nel Nord Italia, installando uno o più eco compattatori nei quali i cittadini andrebbero ad inserire i loro rifiuti, con la macchina in grado di ridurne anche del 90% la mole prima di inviarlo alla filiera del riciclo. Oltre a compiere un’azione eco sostenibile il cittadino verrebbe anche premiato dall’erogazione di un buono o coupon a scelta messo a disposizione dai commercianti locali che decidono di aderire al progetto, battezzato “Acquistare riciclando”.
“I cittadini più scrupolosi verrebbero così premiati in modo diretto e immediato – ha spiegato Flavio Cristofori, capogruppo della Lista Belvicino – offrendo agli esercizi commerciali aderenti una leva di marketing verso la propria clientela, che potrebbe rivelarsi di grande aiuto soprattutto nel periodo di congiuntura economica negativa che da qualche anno interessa la nostra nazione e il nostro paese”.

Una proposta dunque che mira ad incentivare le buone pratiche in materia di riciclo, accrescendo la cultura della sostenibilità, premiando i cittadini virtuosi con buoni spendibili all’interno degli esercizi del paese. “Auspichiamo che l’amministrazione comunale prenda questa idea come punto di partenza – ha concluso Cristofori – votandola nel prossimo Consiglio comunale”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!