Sbloccate opere per oltre 400 mila euro. Ecco quali

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Oltre 600 mila euro di entrate certificate permetteranno al Comune di Schio di dare il via a una serie di investimenti importanti per il futuro della città. E’ questo il frutto della nuova modalità di gestione del Bilancio e del Piano delle Opere, che richiede che gli interventi previsti siano attivabili solo dal momento in cui c’è una precisa certificazione delle entrate.

A dire il vero, in terzo dell’importo (più di 200 mila euro) sono oneri di urbanizzazione versati negli anni passati e che devono essere restituiti ai proprietari dei lotti di una Cooperativa di Magrè che non edificheranno più. una situazione frutto della crisi economica, che si è mangiata le possibilità di investimento.

Ecco poi nel dettaglio la suddivisione dei restanti 400 mila euro.

26 mila euro servono per finanziare l’acquisto e l’installazione della nuova centrale di condizionamento del Condominio Conte, di cui il Comune di Schio è comproprietrio al 52%, che deve essere sostituita.

80 mila euro saranno investiti per la rimozione delle lastre di eternit presenti nella copertura di Palazzo Rossi-Maraschin.

30 mila euro servono per l’ampliamento della Scuola dell’Infanzia di SS. Trinità: sia nuovi serramenti che la predisposizione di un nuovo spazio chiuso per le attività della scuola. L’intervento era stato richiesto dalle educatrici nell’ambito di una visita che Sindaco e assessore Roberto Polga avevano effettuato qualche tempo fa.

13 mila finanzieranno l’adeguamento del progetto esecutivo della nuova palestra di Giavenale, i cui lavori sono stati interrotti per il fallimento della ditta appaltatrice: in Comune garantiscono che entro il 2016 si svolgerà la gara per la selezione della nuova ditta e nel 2017 la costruzione della palestra potrà riprendere.

24 mila euro sono stati sbloccati per la realizzazione di un’area pic-nic e di un parco giochi a San Ulderico, risposta alle esigenze della popolazione e dei turisti che che frequentano il Tretto.

20 mila andranno a finanziare il progetto SIT – Sistema Informativo Territoriale – che prevede la costruzione della grande banca dati a supporto dell’attività comunale nel futuro.

50 mila euro saranno utilizzati per l’acquisto e l’installazione della nuova centralina di monitoraggio costante della qualità dell’aria.

Altri 50 mila per la manutenzione delle strade asfaltate in interventi d’emergenza necessari ma non pianificati nell’annuale programma delle riasfaltature.

40 mila euro infine servono per proseguire con gli interventi di riqualificazione di Piazza Almerigo da Schio. Dopo i lavori di rimozione e sostituzione degli attraversamenti in bettonelle con asfalto colorato e stampato e le nuove aiuole fiorite, saranno sostituite le sedute il metallo e vetro con delle panchine e si procederà con uno studio illuminotecnico per dare poi alla Piazza una nuova e più efficace illuminazione, a risparmio energetico. Gli interventi che l’amministrazione comunale ha predisposto per rinnovare la Piazza stessa, progetto cui seguirà un ulteriore stralcio nel 2017, affiancato da un progetto pilota, saranno presentati agli amministratori dei condomini e agli operatori che operano nell’area, con i quali vi sono già stati due incontri su questi temi.

Altro importante intervento, richiesto da tempo, sia dal Consiglio di Quartiere che da molti cittadini, è quello dell’illuminazione della Strada Parco, alla quale sono destinati 60 mila euro.

Con un investimento di 30 mila euro verrà poi redatto il progetto di consolidamento e analisi sismico-strutturale del Ponte di Via Trento-Trieste.

“Sono investimenti importanti – afferma il sindaco di Schio, Valter Orsi – ai quali siamo riusciti a dare impulso grazie ad un’attenta gestione del bilancio e certificazione delle entrate. Il nostro obiettivo è quello di continuare e dare risposte ai nostri cittadini che ci chiedono una città accogliente e decorosa”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!