Scoperte le carte della 80° Schio-Ossario del Pasubio. Sarà aperta anche agli èlite

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Grandi novità sono state annunciate dall’Asd Ciclismo Val Leogra, il gruppo organizzatore della Schio-Ossario del Pasubio. L’80° edizione infatti si correrà sabato 24 giugno, e rispetto agli ultimi due anni in cui ha riaperto i battenti la classica dell’estate ciclistica italiana sarà aperta non solo agli atleti Under23, ma anche agli èlite.

Il gruppo organizzatore che nel 2015 ha ripreso in mano la Schio-Ossario dopo tre anni di assenza della gara dal panorama italiano (mentre si era corsa quasi ininterrottamente dal lontano 1932) viene confermato. Alla guida sarà il Presidente Roberto Bagattin, figlio di uno dei fondatori della manifestazione, coadiuvato dall’esperto Sergio Bernardi e dal consolidato e giovane gruppo di lavoro degli ultimi due anni.

Con l’apertura agli atleti èlite, che sarebbero ciclisti con più di 23 anni, professionisti o dilettanti, il parterre di partenti sarà più sostanzioso degli ultimi anni. Una scelta fatta per lanciare la volata ad un’altra importante novità che potrebbe riguardare l’edizione numero 81 della Schio-Ossario. Il gruppo organizzatore infatti è a lavoro per colorare di rosa le strade dell’Alto Vicentino e della Val Leogra, facendo ritornare su queste strade il Giro d’Italia riservato ai Dilettanti.
Rimane invariato il percorso con la formula testata la scorsa edizione. Due circuiti di avvicinamento alla salita finale. Il primo, completamente pianeggiante con ritrovo e partenza dal Tennis Club di Schio, che toccherà il territorio comunale di Schio e Santorso ed il secondo ondulato che vedrà la carovana transitare più volte tra il centro di Schio e quello della frazione di Poleo prima di accingersi alla salita finale di 22 chilometri che porterà gli atleti a tagliare il traguardo del Colle Bellavista dove è posto l’Ossario del Pasubio, monumento che conserva i resti dei caduti della prima guerra mondiale.

“L’Asd Val Leogra scalda quindi i motori per un’edizione che si annuncia ricca e appassionante in vista di un possibile grande evento nel 2018 – scrive la società in una nota – e lo fa organizzando nel sabato che precede la Schio – Ossario una gimkana per giovanissimi nel centro di Schio sabato 17 giugno, grazie anche all’interessamento dell’Assessore allo Sport Aldo Munarini e all’appoggio dell’Asd Ciclismo Thiene e del gruppo Schio Bike il quale collaborerà anche istituendo prossimamente uno spazio dedicato a queste manifestazioni nel proprio portale web”.