E’ arrivata a Bassano la salma di Luca Russo. Venerdì i funerali, giovedì sera la fiaccolata

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

E’ atterrata oggi pochi minuti prima delle 12 all’aeroporto militare di Villafranca di Verona la salma di Luca Russo, accompagnata dai suoi familiari. Un lungo abbraccio fra la sorella di Luca, Chiara, e la moglie dell’altra vittima Bruno Gullotta, Martina, ha concluso il viaggio delle due salme dei nostri connazionali che hanno trovato la morte sulla Ramblas di Barcellona la scorsa settimana. All’aeroporto militare di Villafranca per accogliere il feretro e i familiari, in rappresentanza della Città di Bassano del Grappa, il sindaco Riccardo Poletto, che, con la scorta di una pattuglia della polizia locale bassanese, ha accompagnato il ritorno di Luca nella città del Grappa.

La bara, ricoperta dal Tricolore, è giunta all’obitorio dell’ospedale San Bassiano attorno alle 15. Oltre ai parenti e amici del ragazzo erano presenti sul posto il prefetto di Vicenza Umberto Guidato, il questore di Vicenza Giuseppe Petronzi e l’abate di Bassano del Grappa don Andrea Guglielmi, oltre alle massime cariche delle forze dell’ordine. Straziante il lungo abbraccio fra il padre di Marta Scomazzon, fidanzata di Luca rimasta a sua volta ferita nell’attentato, e il padre di Luca Russo. La mamma e la sorella di Luca sono rimaste a Verona dove attualmente vivono. Particolarmente provata dal dolore anche la nonna paterna di Luca.

I funerali e la fiaccolata. Il sindaco Poletto, visibilmente commosso, si è detto “straziato” per quanto accaduto. I funerali dell’ingegnere 25enne si terranno venerdì alle 16 nella chiesa di San Francesco in piazza Garibaldi e saranno celebrati dal vescovo Beniamino Pizziol. La fiaccolata in ricordo del giovane, voluta dall’amministrazione comunale, si terrà invece giovedì sera per le vie del centro con partenza alle ore 20.30 da viale dei Martiri. Il corteo si snoderà lungo le vie del centro storico fino a raggiungere piazza Libertà, dove Luca Russo sarà ricordato nelle parole di alcuni amici. “Non appena abbiamo saputo quanto stava accadendo – sottolinea il Sindaco Riccardo Poletto – e mano a mano che le notizie si susseguivano sempre più drammatiche è da subito emersa la volontà di stare vicini alla famiglia e di organizzare, come città, un momento di raccoglimento che vuole essere anche una testimonianza di unione e di contrasto ad una violenza cieca e barbara che colpisce indiscriminatamente chiunque. È importante continuare a vivere pienamente e con coraggio, senza cedere alla paura e alle intimidazioni di chi vuole sradicare alla base le nostre libertà e le nostre conquiste civili”. La fiaccolata è aperta a tutti i cittadini, che dovranno portare con sé una fiaccola per quello che è stato pensato come un momento di grande partecipazione. La cerimonia sarà semplice e sobria, l’amministrazione raccomanda di partecipare senza bandiere, insegne particolari, striscioni o simili
Con ogni probabilità, la camera ardente sarà allestita nelle giornate di giovedì pomeriggio 24 agosto, dalle 16 alle 19 e nella stessa mattinata di venerdì 25, dalle 9 alle 13, in un luogo del centro storico che sarà comunicato quanto prima.
L’amministrazione comunale ha confermato anche la volontà, per il giorno delle esequie, di proclamare il lutto cittadino, invitando tutti i cittadini, le istituzioni pubbliche, le organizzazioni sociali, culturali, sportive, produttive ed i titolari di attività private di ogni genere a manifestare il proprio cordoglio nelle forme ritenute opportune, quali la sospensione delle rispettive attività per la durata della funzione religiosa.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!