Centonove anni e l’Arma nel cuore: gli auguri all’Appuntato Quarisa

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'appuntato dei carabinieri Giovanni Quarisa

Giovanni Quarisa, ieri, ha raggiunto il traguardo di carabiniere più vecchio d’Italia. Per molti anni ha prestato servizio nelle fila della Benemerita. Le congratulazioni, nella sua casa di Bassano, gli sono state fatte dai massimi vertici provinciali dell’Arma e anche dal comandante inter-regionale, il generale di corpo d’armata Aldo Visone.

Anche il sindaco di Bassano, Riccardo Poletto, il comandante provinciale dell’Arma Alberto Santini, il capitano di Bassano Adriano Fabio Castellari e vari rappresentanti dell’associazione nazionale carabinieri non hanno voluto mancare all’appuntamento.

Tanti poi i doni, per il compleanno: una moneta commemorativa della Virgo Fidelis conun  lettera di auguri da parte del comandante generale dell’Arma dei carabinieri, generale di corpo d’armata Giovanni Nistri; il “crest” del comandante interregionale “Vittorio Veneto” accompagnato da lettera di congratulazioni; un piatto in ceramica che raffigura presente e passato dell’arma, dono del comandante provinciale di Vicenza.

L’appuntato Quarisa si è arruolato come carabiniere nel lontano 1929 e da allora, quasi novant’anni fa, il suo senso di appartenenza all’Arma e il suo amore per l’istituzione non sono cambiati. Ha prestato servizio dal 1931 al 1932 alla stazione carabinieri di Salice Salentino (Le), dal 1932 al 1934 alla stazione di Riva del Garda (Trento), dal 1934 al 1936 alla stazione carabinieri del passo della Mendola (Trento), dal 1936 al 1937 alla stazione di Castelrotto (Bolzano), dal 1937 al 1938 alla stazione Brennero (Bolzano), dal 1938 al 1940 alla stazione di Bologna. Nel 1940 viene quindi destinato presso il Sesto corpo d’armata – 189esima sezione autisti di Bologna e da lì, il 4 aprile 1941, parte per il fronte a Spalato. Dal 1943 al 1945 viene internato in un campo di prigionia a Dubrovnik. Nel 1945, terminata la guerra, viene liberato e fa ritorno, a piedi, in Italia. Dal 1945 al 1951, anno del congedo, presta infine servizio presso la stazione carabinieri di Bassano del Grappa. “Sono pronto per festeggiare i 110, il prossimo traguardo” ha assicurato ieri l’appuntato.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!