Cinque mesi di cella per il ladro di sigarette. La fuga con il bottino era durata poche ore

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Nel riquadro il fermato dai carabinieri per il furto d'auto e di sigarette

Si è conclusa in meno di venti giorni la vicenda giudiziaria che ha coinvolto il ladro di sigarette a Tezze sul Brenta. Manuele Ahmetovic, pugliese di 28 anni, aveva rubato l’auto – una Fiat Multipla – e sottratto alcune scatole piene di tabacchi a un tabaccaio del paese, approfittando di un attimo di distrazione. In sede di patteggiamento, di fronte al giudice il giovane ha patteggiato 5 mesi e 10 giorni di reclusione, senza alcuna sospensiva in quanto già pregiudicato per altri reati. La sua fuga con il bottino durò però appena poche ore: il veicolo venne ritrovato poche ore dopo grazie al sistema di geolocalizzazione, consentendo ai carabinieri di “tendere un’imboscata” al maldestro arraffatore.

Dopo l’episodio incriminato avvenuto lo scorso 3 dicembre, Ahmetovic era rientrato a Barletta, con obbligo di firma presso la locale caserma dell’Arma dei carabinieri. Il valore delle stecche di sigarette si aggirava sui 10 mila euro, oltre a quello di mercato del mezzo, comunque rientrato in possesso del proprietario legittimo il giorno seguente.

Il colpevole sarà raggiunto a breve da un ordine di custodia in carcere, dove dovrò scontare la pena inflitta dal tribunale di Vicenza.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!