Weekend di controlli nel bassanese: rintracciati due ricercati

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

L’approssimarsi della stagione estiva e della “movida” ha portato i carabinieri della compagnia di Bassano del Grappa al potenziamento dell’attività del controllo del territorio, della sicurezza stradale e della prevenzione dei crimini in genere, con particolare attenzione ai luoghi di ritrovo giovanili..

Così, nell’ultima settimana sono stati potenziati i servizi di pattuglia, con decine di autovetture impiegate, provenieni sia dalle otto stazioni e del nucleo operativo e radiomobile, inclusi i carabiniere di quartiere. I militari hanno agito spesso anche in borghese e l’azione di controllo del territorio ha visto coinvolti anche reparti speciali: dalle unità cinofile dei Carabinieri di Torreglia (che hanno partecipato con cani antiesplosivo e “di polizia” per il controllo delle persone) e di una squadra di supporto Sos (specialisti antiterrorismo addestrati ed equipaggiati per risolvere situazioni di crisi), in particolare per garantire la sicurezza in occasione dell’Ama Festival, sino all’impiego congiunto di una squadra Cio e di personale del Nucleo ispettorato del lavoro di Vicenza e del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Padova, proprio per salvaguardare il consistente flusso della movida bassanese.

Diverse attività di controllo sono state inoltre svolte con il supporto delle polizie locali del territorio. I risultati di tale spiegamento di forze, con decine di posti di controllo nei punti più sensibili, non si sono fatti attendere. I carabinieri della stazione di Bassano hanno rintracciato e arrestato il 38enne napoletano G.P. , ricercato per appropriazione indebita dal Tribunale di Torre Annunziata (Napoli): dovrà scontare 4 anni e 8 mesi in carcere e pagare una multa di 2.100 euro. Quelli di Solagna invece hanno rintracciato e arrestato C.M., 24enne sinto ricercato dal Tribunale di Treviso per furto in abitazione e falsità materiale e che dovrà scontare 1 anno, 3 mesi e 25 giorni in detenzione ai domiciliari.

Identificazione e denuncia per furto in abitazione invece per il 46enne pregiudicato S.M.M.: ha sottratto ad un 67enne disabile il quadriciclo elettrico che gli era stato assegnato quale ausilio dall’Ulss: il mezzo è stato recuperato e restituito al legittimo detentore. Ancora, i carabinieri di Rosà hanno identificato e denunciato un 43enne romeno di Rossano Veneto, protagonista di due episodi di minaccia aggravata con coltello ai danni degli avventori di un bar della zona. Quelli dell’Aliquota radiomobile hanno invece segnalato quale assuntore di stupefacenti un 25enne di Romano d’Ezzelino, trovato in possesso alcuni grammi di marijuana: al giovane è stata ritirata anche la patente. I carabinieri di Rosà hanno anche segnalato quali assuntori di stupefacenti un 44enne di Fontaniva e due sorelle marocchine di 33 anni, in possesso di alcuni grammi di hashish. Infine, i militari del Nil e del Nas, supportati dai colleghi della compagnia bassanese, hanno controllato numerosi locali pubblici, elevando sanzioni per oltre 15 mila euro, dovute a violazioni sia in materia di normativa del lavoro che di igiene pubblica.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!