Libia. Video Cnn: “aste di migranti”. Ue: “Situazione assolutamente inaccettabile”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un reportage della Cnn ha puntato il riflettore sulle condizioni dei migranti in Libia. Nel paese avvengono aste di esseri umani. Il reportage mostra un filmato in cui due ragazzi vengono venduti dai trafficanti. Dopo aver ricevuto il filmato, la Cnn è andata a verificare, registrando in un video shock la vendita di una dozzina di persone. “800 dinari… 900, 1.100… venduto per 1.200 dinari (pari a 800 dollari)”. recita nel video-shock la voce dell’uomo che mette all’asta un giovane, probabilmente un nigeriano, definito “un ragazzone forte, adatto al lavoro nei campi”. I filmati sono stati consegnati dalla Cnn alle autorita’ libiche, che hanno promesso un’indagine.
L’alto commissario Onu per i diritti umani al Hussein intanto accusa l’Ue: la politica di assistere le autorità libiche nell’intercettare i migranti nel Mediterraneo e riportarli nelle ‘terrificanti’ prigioni in Libia ‘è disumana’. Bruxelles replica: “I campi di detenzione in Libia devono essere chiusi perché la situazione è inaccettabile” e la Ue “si confronta regolarmente” con le autorità locali affinché usino “centri che rispettino gli standard umanitari”, ha sottolineato la portavoce Ue.
Sull’argomento è intervenuto anche il presidente del parlamento Ue Tajani: “Situazione in Libia assolutamente inaccettabile. Molto probabilmente domani sarà presa la decisione ufficiale, una delegazione del Parlamento europeo si recherà in Libia per verificare la situazione”.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!